Scozia Singleton Speyside

The Singleton of Glendullan Select Game of Thrones – House Tully

Versione speciale del Singleton dedicata al Trono di Spade e alla casata Tully.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 40%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon
Filtrato a freddo:
Colorazione aggiuntiva:
Proprietà: Diageo
Prezzo: € 42,00 su Vino75
Sito web ufficiale: https://www.thesingleton.com/
Valutazione: 80/100

Torniamo al Trono di Spade e alle edizioni speciali dedicate al serial da Diageo un paio di anni fa, e lo facciamo con uno degli imbottigliamenti “minori”, di una distilleria che non raccoglie grande interesse se non per le versioni non ufficiali.
Parlando del 15 anni ho già indicato come ci sia una certa confusione nelle etichette, con The Singleton che a volte è di Dufftown, a volte di Glendullan e a volte di Glen Ord: per praticità, li terrò tutti assieme sotto la stessa categoria, così son più facili da recuperare.

Come sempre, ecco il riepilogo di tutte le edizioni:
Cardhu Gold Reserve (dedicato alla casata Targaryen);
– Clynelish Reserve (dedicato alla casata Tyrell);
Dalwhinnie Winter’s Frost (dedicato alla casata Stark);
– Lagavulin 9yo (dedicato alla casata Lannister);
Mortlach 15 yo (dedicata ai sei regni);
Oban Bay Reserve (dedicato ai Guardiani della Notte);
Royal Lachnagar 12yo (dedicato alla casata Baratheon);
– Singleton of Glendullan Reserve (dedicato alla casata Tully);
Talisker Select Reserve (dedicato alla casata Greyjoy).
Nominalmente non fanno parte della serie, ma sono comunque ispirati a GoT anche i seguenti:
Johnnie Walker White Walker (dedicato agli Estranei);
Johnnie Walker Song of Fire e Johnnie Walker Song of Ice.

Trionfo erbaceo all’olfatto, che vede una leggera puntura alcolica accompagnare cereali, arancia bionda, una goccia di miele, vaniglia, limone. Fresco e leggerino, di poco corpo, ma tutto sommato gradevole (anche se quell’alcol un po’ di noia la dà).
Il palato si rivela più dolcino, con una netta componente di caramello e biscotto al malto, torta di mele, caramella Alpenliebe, zucchero a velo. La freschezza del naso si è un po’ persa in favore di un profilo più ruffiano e piacione, quasi stucchevole. Tracce di tabacco.
Finale medio, tendenzialmente secco, di caramello, mela, zucchero bianco, legno.

Ai tempi del fiero maschilismo italico si sarebbe chiamato un whisky “da femmine”, di facile bevuta, dolce, con quel picco di alcol per ricordarti che non è per minorenni. Oggi lo chiamerei un whisky facilone, che vuol piacere a tutti e che si fa dimenticare in fretta.
Senza infamia e senza lode.

Altri imbottigliamenti nel blog:
A&G Rare Cask Selection Dufftown 11yo
The Singleton of Dufftown 15yo
Valinch & Mallet Dufftown 11yo

Le recensioni degli altri:
One more dram (inglese)
The Whiskey Jug (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: