Lowlands Scozia Whisky News

Una distilleria nel parco di Loch Lomond

La Glen Luss Distillery aprirà nel 2021.
© Patrick Colquhoun

Il Loch Lomond e Parco Nazionale dei Trossach, primo parco nazionale scozzese, ospiterà la sua prima distilleria con uno sguardo attento alla sostenibilità.

La Glen Luss Distillery prevede di aprire a maggio del 2021, con tanto di centro visitatori e birrificio, e avrà una capacità produttiva di circa 65.000 litri da dividersi tra le proprie creazioni, compreso un single malt.

Nel proprio portafoglio, la distilleria prevede di offrire birra artigianale, gin, vodka, rum e ovviamente whisky.
“Vogliamo offrire un ventaglio di prodotti ed esperienze in cui ci sia spazio per tutti i gusti,” afferma il co-fondatore e direttore delle operazioni Daniel Lewis. “Siamo decisi a esplorare anche le possibilità offerte dalla produzione del rum, creandone un’espressione locale che abbia dei legami con la nostra zona,” continua. “Vorremmo creare diverse varietà che siano disponibili subito al consumo, mentre attendiamo la maturazione dei nostri rum e whisky più invecchiati.”

Benché esista già una distilleria a Loch Lomond, la Glen Luss sarà la prima a risiedere all’interno del parco, con sede a Luss, paesello da circa 150 anime, usando strutture pre-esistenti.
“Pensiamo che Luss abbia tutti gli elementi giusti per creare una micro-distilleria e farne vivere lo spirito ai visitatori,” afferma il co-fondatore e direttore alle vendite Patrick Colquhoun. “Non riesco a pensare a un luogo migliore dove iniziare una nuova impresa, che intenda dare ai visitatori un’esperienza turistica sostenibile per tutto l’anno, creando nuove opportunità di lavoro e, soprattutto, supportando i progetti benefici per la comunità.”

Le altre notizie sul blog:
Le Special Release Diageo del 2020
La distillazione del whisky nel post-Coronavirus
Bowmore va sulla Luna
GlenAllachie: presente e futuro di una distilleria in crescita
Lo scotch non è scozzese
Lindores Abbey: dove è nato lo scotch whisky
Una visita alla distilleria di Ardbeg
I migliori whisky del 2020
Cosa fanno i produttori di whisky durante la quarantena
Filtrazione a freddo: la scelta del distillatore
Annullato il Roma Whisky Festival 2020
Un nuovo Ardbeg per il core range

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: