Bowmore Isola di Islay Scozia

Bowmore 18yo Travel Retail

Recensione del diciottenne di Bowmore per i duty free shop degli aeroporti.

Provenienza: Islay (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 43%
Botti di invecchiamento: Ex sherry oloroso ed ex Pedro Ximénez
Filtrato a freddo:
Colorazione aggiuntiva:
Proprietà: Suntory
Prezzo indicativo: € 100,00
Sito web ufficiale: https://www.bowmore.com
Valutazione: 93/100

TRE è un acronimo: sta per Travel Retail Exclusive ed è associato a tutti i prodotti (nel nostro caso i whisky) che si possono reperire esclusivamente nei duty free shop degli aeroporti. Questi negozi, che non applicano le imposte locali sulle merci in vendita, sono sistemati come passaggi obbligati dopo il check-in, sulla via per il gate d’imbarco, e, da perfetti luoghi di tentazione, si offrono come ultima opportunità di portare a casa un (altro) ricordino…
Quasi tutte le maggiori distillerie scozzesi presentano una linea di imbottigliamenti TRE: edizioni speciali che, dopo qualche tempo e con un po’ di fortuna, si riescono ad acquistare anche online, seppure a prezzi maggiorati, e che sovente, esaurite le scorte, non vengono rilanciate.
In alcuni casi si tratta di NAS, cioè di whisky senza una dichiarazione di invecchiamento, proposti in confezioni accattivanti, in ossequio al luogo comune che immagina i viaggiatori come persone superficiali, più attente alla forma che alla sostanza. In altri casi, invece, si tratta di (curiose) varianti su whisky a invecchiamento dichiarato già presenti nel core range.

È questo il caso del Bowmore 18yo TRE in esame oggi.
Ribattezzato Deep & Complex e imbottigliato a 43% ABV, si differenza dal 18yo ufficiale, affinato in botti ex sherry dopo essere invecchiato in legni ex bourbon, per la maturazione avvenuta integralmente in una combinazione di botti ex sherry oloroso ed ex Pedro Ximénez.

Il colore è mogano.
Avvicinando il naso, veniamo accolti da una goduriosa sinfonia di sentori sherried (partono le ciliegie sotto spirito, si aggiungono i datteri, completa l’orchestra il cioccolato fondente) perfettamente armonizzati a un fondo di torba, che all’inizio sostiene, poi esalta. Un profumo di mobile di legno scuro lucidato cresce di intensità col passare dei minuti, mentre una nota dolce di crema al caramello suona appena, come una carezza.
Al palato, il fondo di torba arriva con maggiore decisione, ma i sentori sherried, con il cioccolato in prima fila, non arretrano di un passo, mentre il profumo di mobile di legno scuro abbassa leggermente il volume.
Il finale è di media lunghezza, su note suadenti di torba, ancora, e di mobile lucidato.

Si conferma in pieno l’impressione, già maturata con il 15yo, che i Bowmore in sherry possiedano una marcia in più.
Una bevuta appagante per un whisky generoso, di livello superiore, robusto nel corpo e profondo nella voce.

Questa recensione è dedicata a Francesca che continua a tenermi per mano.

Gli altri imbottigliamenti nel blog:
Bowmore 12yo
Bowmore 15yo
Bowmore 17yo White Sands
Bowmore 19yo French Oak Barrique
Bowmore Small Batch
Bowmore Vault Edition – First Release

Le recensioni degli altri:
Drams of Whisky (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: