Caol Ila Islay

Caol Ila 12yo

Recensione del Caol Ila 12yo, l'altro whisky torbato di Islay.
Caol Ila 12

Provenienza: Islay (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 43%
Botti di invecchiamento: Ex Bourbon.
Filtrato a freddo: Sì.
Colorazione aggiuntiva: Sì.
Proprietà: Diageo.
Prezzo medio: € 36,00 in molti supermercati
Sito web ufficiale: https://www.malts.com/en-row/distilleries/caol-ila/
Recensione: 8

Come già il Lagavulin 16 recensito in queste pagine, un altro dei whisky senza dubbio più conosciuti è il Caol Ila nella sua espressione dei 12 anni. Altrettanto diffuso nella grande (e piccola) distribuzione, reperibile a un prezzo più che abbordabile, e sempre nella famiglia dei torbati di quella simpatica e arzilla isoletta scozzese, che dalla lista delle distellerie che ospita pare quasi che si inciampino uno sull’altra…

Qualcuno potrebbe pensare che due distillati che vengano dalla stessa zona e con caratteristiche tutto sommato simili (anche nella gradazione) siano quindi uguali.
E invece no, proprio perché la bellezza (e il fascino) del whisky sta proprio nella capacità di distinguersi in modo netto grazie allo “spostamento” di singoli dettagli, anche solo geografici, che sulla carta possono apparire superficiali ma che fanno invece tutta la differenza.

Per esempio, rispetto al Lagavulin 16, versato nel bicchiere già troviamo un colore più limpido (sebbene ci sia sempre il nostro amico caramello a “inquinare” le cose), che purtroppo la bottiglia scura non consente di apprezzare.
La provenienza di Islay si fa sentire nei profumi salmastri che accompagnano la torba, assieme a note agrumate e fresche che, se lasciato il bicchiere ad arieggiare per qualche tempo, fanno spuntare anche una certa speziatura.
Il palato riflette quanto percepito al naso, con ancora la fumosità della torba (profumi che richiamano nettamente i luoghi di origine di questo distillato), unita al pepe e agli agrumi. La salinità oceanica è sempre presente, ben integrata al tutto, senza mai soverchiare i colori del whisky.
Fumo e spezie restano in bocca dopo aver svuotato (con calma) il bicchiere, in cui il profumo resta presente a lungo quanto al palato.

Vicino eppur lontano dal cugino isolano, personalmente lo apprezzo giusto un po’ meno, difficile davvero rendere a parole il motivo. Forse trovo il Lagavulin 16 più elegante nel complesso, più strutturato.
Ma avercene, soprattutto a questo prezzo…

Le recensioni degli altri:
Il Bevitore Raffinato
Cigars Lover
One More Dram (inglese)
The Whiskey Jug (inglese)

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.