Bruichladdich Isola di Islay Scozia

Octomore 10.1

Recensione del primo esemplare nella decima serie del super torbato di Bruichladdich.

Provenienza: Islay (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 59,8%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon first fill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Rèmy Cointreau
Prezzo indicativo: € 150,00
Sito web ufficiale: https://www.bruichladdich.com
Valutazione: 90/100

La serie Octomore è ormai “leggendaria” per gli amanti dei whisky torbati, nota per produrre bottiglie dalla fumosità spettacolare, per alcuni financo respingente, con cui Bruichladdich sperimenta e gioca con botti e orzo come in molti altri dei propri imbottigliamenti.
Iniziata con le prime distillazioni nel 2002, questa etichetta è caratterizzata da imbottigliamenti molto giovani (tra i tre e i cinque anni) derivanti dalla distillazione di orzo di Islay invecchiato in botti diverse.
Citando le parole della distilleria, “Octomore sfida la logica e premia l’irragionevole. Richiede coraggio e fede. Ma c’è luce per coloro che cercano la verità”.
Praticamente una religione!

L’imbottigliamento 01.1, contenente un distillato di ottobre del 2002, è uscito ad aprile del 2008, e gli hanno fatto seguito edizioni più o meno a cadenza annuale fino all’ultima (al momento in cui scrivo) di luglio del 2019 con il numero 10.4 e invecchiamento di 3 anni.
Il whisky che mi trovo nel bicchiere è stato distillato nel 2013 con orzo raccolto l’anno precedente (della varietà Concerto), invecchiato cinque anni in botti che hanno contenuto bourbon proveniente da Jim Beam, Heaven Hill, Buffalo Trace e Jack Daniel’s, producendo 42.000 bottiglie.
Citando ancora il lancio di Bruichladdich, “la nostra nuova serie esplora un regno diverso di ‘fumo più morbido’. Vi chiediamo di ignorare i numeri, e dimenticarvi tutto ciò che sapete. Nella sua creazione è stata richiesta l’apertura verso l’inaspettato, e vi chiediamo di fare lo stesso”.

Giallo paglierino nel bicchiere.
Bisogna dar ragione a chi abbia scritto il lancio citato più sopra, il fumo è davvero morbido all’olfatto, di torba carnosa ma non aggressiva cosparsa di limone. Noce moscata e pepe pizzicano inizialmente le narici (più della tosta gradazione), ma via via si scoprono aromi di biscotto al malto, arancia, frutta (pesca, ma anche tropicale come ananas e melone), mentre la torba acquista vezzi marittimi, con una corposa salinità. Con l’aggiunta di acqua (cui sono generalmente contrario, ma qui è doverosa), gli aromi si aprono a legno e cuoio, con un tocco erbaceo inaspettatto. Invitante e pieno.
La gradazione si sente, ma non quanto ci si potrebbe aspettare, certo va presa con attenzione e pazienza per non bruciarsi il palato (e la gola). Sotto la botta alcolica si trova sempre la torba, fumosa e ancora molto marina, con quel sentore da aringa affumicata che, personalmente, apprezzo molto. Ciocchi di legno bruciati con la frutta strofinata sopra, liquirizia, arancia, crème brûlée, pepe a profusione, ancora noce moscata e pure olive in salamoia. Con l’aggiunta d’acqua, che doma il morso alcolico, ritornano cuoio e legno assieme a una spruzzata di caffè.
Finale molto lungo, di aringa affumicata, legna tostata, arancia, cuoio.

Con Octomore ci si trova sempre ad affrontare un’esperienza unica e totalizzante, senza compromessi, difficile da incasellare o confrontare con altri torbati: la spinta è così eccessiva che ci si trova a fare una scelta di campo, o con loro o contro di loro.
Io scelgo con, perché qui non si parla solo di un “torbatone”, e si percepisce la ricerca e il lavoro continuo nell’esplorare ciò che la torba, spinta al limite, possa offrire.
O stai al gioco, o esci.

Gli altri imbottigliamenti nel blog:
Bruichladdich 10yo (anni ’80)
Cadenhead’s Bruichladdich 22yo
Octomore 07.1
Octomore 09.1
Octomore 10.2
Port Charlotte 10yo Heavily Peated
Port Charlotte Islay Barley
Port Charlotte MC: 01 2009
Port Charlotte OLC:01 2010
Port Charlotte Scottish Barley

Le recensioni degli altri:
Whisky Reviews (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: