Campbeltown Scozia Springbank

Springbank Local Barley 10yo 2019

Recensione del 10 anni di Springbank realizzato con orzo locale.

Provenienza: Campbeltown (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 56,2%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon, ex sherry ed ex porto
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: J & A Mitchell & Co Ltd.
Prezzo indicativo: € 140,00
Sito web ufficiale: http://springbank.scot/
Valutazione: 94/100

Di Springbank e della sua produzione del tutto artigianale abbiamo già parlato trattando altri imbottigliamenti della distilleria, in particolare riguardo al fatto che tutta la lavorazione dell’orzo venga fatta in sede, pratica ormai poco diffusa.
C’è però un’altra peculiarità di questa attività a conduzione famigliare, ovvero di avvalersi per parte del proprio orzo di coltivazioni a poca distanza dalla loro sede, dando vita a delle edizioni limitate di fatto a chilometro zero.

La serie Local Barley inizialmente ha prodotto whisky dall’invecchiamento importante, realizzati con distillati risalenti agli anni ’60 e rilasciati dagli anni ’90 fino al 2001.
Nel 2016 la distilleria ha ripreso questa tradizione, con malti molto più giovani, lanciando una serie di cinque espressioni a cadenza semi-annuale:
2016 – 16 anni al 54,3%, 80% ex bourbon e 20% ex sherry.
2017 – 11 anni al 53,1%, ex bourbon + 10 anni al 57,3%, 70% ex bourbon e 30% ex sherry.
2018 – 9 anni al 57,7%, 80% ex bourbon e 20% ex sherry.
Fino ad arrivare a quella di cui parliamo qui, quinta (e parrebbe dunque ultima) edizione limitata a circa 9.000 bottiglie, distribuita a novembre del 2019 e composta al 77% da whisky proveniente da botti ex bourbon, al 20% ex sherry e al 3% ex porto.

Il colore è oro chiaro con leggeri riflessi ramati.
Al naso è profumatissimo, senza la benché minima presenza di alcol. Forte la presenza del malto dolce, tipo biscotti McVitie’s, con una venatura di caramelle all’anice, zucchero di canna caramellato, scorza di limone, pesca ed erba appena tagliata. Su tutto, spira un refolo di fumosità torbata proveniente dal mare. Particolare e invitante.
E le spezie sono molto presenti al palato, spinte dalla fumosità più accentuata, con la giusta gradazione alcolica che ne scalda gli animi. Anice e pepe nero accompagnano la pesca sciroppata spalmata sul biscotto al malto, con un trito di alghe e sardine affumicate (son meglio di Tomei con gli accostamenti!). L’evoluzione e la stratificazione in bocca sono incontenibili, gli aromi si intersecano e si passano la mano continuamente, seguendo uno spartito ben orchestrato.
Finale molto lungo, di pesca, torba, sale, malto, legno… eccheccazzo, non finisce più!

In questo whisky, dolce e salato sono armonici e sostenuti dalla torba, erbacea e fumosa, con le spezie a fare da contrappunto musicale, una bevuta strana, divertente, viva e appassionante.
E ha solo 10 anni…

Gli altri imbottigliamenti nel blog:
Springbank 10yo
Springbank 12yo Cask Strength Batch 18
Springbank 15yo
Springbank 18yo 2019
Springbank 21yo 2019
Springbank Local Barley 9yo 2018

Le recensioni degli altri:
Dolcemente whisky

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: