Altri paesi Taiwan

Kavalan Distiller’s select

Recensione del Kavalan Distiller's Select, un NAS taiwanese.

Provenienza: Taiwan
Tipologia: Taiwan Single Malt Whisky
Gradazione: 40,0%
Botti di invecchiamento: Vergini di quercia americana
Filtrato a freddo:
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: King Car Group
Prezzo medio: € 55,00
Sito web ufficiale: http://www.kavalanwhisky.com/en/main.aspx
Valutazione: 59/100

Prima dell’affermarsi dei NAS, ovvero whisky senza età di invecchiamento dichiarata, il periodo passato dal distillato in botte era un dato che, quando riportato in etichetta, donava alla bottiglia un senso di prestigio direttamente proporzionale al numero di anni indicato.
Da qui, il massiccio uso ancora oggi di colorante al caramello per rendere i whisky più scuri nell’aspetto, proprio per dare quell’idea di invecchiamento che nell’immaginario collettivo si associa ai colori caldi e ambrati.
Se negli scotch (e altri whisky) il tempo passato in botte può dare un’idea iniziale di quanto aspettarsi nel bicchiere, con i whisky tropicali le carte si sparigliano.

Per esempio, la distilleria taiwanese Kavalan (che prende il nome dal popolo che abitava la zona in cui ha sede la produzione, la contea di Yilan) produce solo NAS perché, a causa del clima dell’isola di Taiwan, il whisky subisce l’influsso delle botti e del clima molto più rapidamente che nel nord Europa, al punto che un distillato di un paio d’anni equivale (formalmente) a quasi un 10 anni scozzese, e dichiarare l’invecchiamento potrebbe essere fuorviante.
Proprio per questo, pur essendo in attività solo dal 2005, Kavalan presenta già un portafoglio ben fornito di imbottigliamenti, alcuni dei quali hanno ricevuto riconoscimenti di alto livello in pochissimi anni.
La bottiglia che trattiamo oggi mi ha creato qualche grattacapo nel reperimento di informazioni: si trova infatti sia come Distiller’s Select che come Distillery Select (persino sul loro sito!), apparentemente senza alcuna distinzione, sebbene si trovino foto di bottiglie con entrambe le diciture.
Mi attengo alla bottiglia da cui ho prelevato il sample, che indicava in etichetta il nome riportato nel titolo.

Il colore è caramello scuro (tutto naturale).
L’olfatto è dolce e al tempo stesso pungente, di caramello, anice, prugne, ananas e un pizzico di pepe. In sottofondo, un certo sentore di gomma che via via si attenua ma resta presente.
Al palato si rafforzano i sapori fruttati, restando avvolti dal caramello, con l’aggiunta di cioccolato al latte e una marcata nota salina. I sapori risultano un po’ fugaci, guizzi che appaiono e scompaiono in bocca, senza molta sostanza, lasciando rapidamente emergere l’alcol e ancora quella gomma percepita al naso.
Finale abbastanza breve, fruttato e salato con un tocco di spezie.

Va detto che, in entrambe le sue denominazioni, questa bottiglia viene indicata per la miscelazione, da qui la personalità non proprio spiccata e complessa, che sfiora a malapena la sufficienza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: