fbpx
Glenfiddich Scozia Speyside

Glenfiddich 21yo Gran Reserva

Recensione del whisky affinato in botti ex rum di Glenfiddich.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 40%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon ed ex rum first fill
Filtrato a freddo:
Colorazione aggiuntiva:
Proprietà: William Grant & Sons
Prezzo: € 156,00 su Whisky Italy
Sito web ufficiale: www.glenfiddich.com
Valutazione: 84/100

Glenfiddich è un marchio noto non solo agli appassionati ma un po’ a tutti i bevitori occasionali di whisky, trattandosi di una delle etichette più vendute al mondo, con primati assoluti in alcuni paesi.
La classica bottiglia angolare verde che tutti siamo abituati a vedere al supermercato, nell’incarnazione del loro 12 anni, rientra tra i cosiddetti “whisky basici”, quelli dal costo relativamente basso e che spesso si consigliano ai neofiti, e curiosamente gode di un’aura di eleganza e prestigio soprattutto in Oriente.
Ma la distilleria detenuta dalla famiglia Grant non si accontenta di vivere di rendita, esplorando strade nuove con il proprio whisky (vedasi la serie Experimental di cui abbiamo già trattato), e presenta anche imbottigliamenti di fascia alta, incarnati nella Grand Series.

E cominciamo dall’imbottigliamento più giovane dei tre presenti nella serie, un whisky lanciato nel 2006 dal classico invecchiamento in bourbon che, dopo 21 anni, passa gli ultimi quattro mesi di affinamento in botti che hanno contenuto rum, realizzate su richiesta di Glenfiddich.
Secondo le parole del Malt Master Brian Kinsman, “la permanenza di questa espressione per 21 anni nel nostro magazzino porta a un sapore marcato e intenso, e il liquido viene infuso con ulteriore complessità durante i suoi ultimi mesi. L’affinamento con il rum caraibico risveglia un calore vibrante e speziato all’interno del whisky e fa emergere al palato note fruttate morbide ma vivaci. L’aggiunta di un innovativo stile di produzione finale testimonia la continua ricerca della perfezione da parte di Glenfiddich. Il nostro affinamento al rum conferisce al whisky ulteriori strati di intensità e un tocco straordinario che distingue davvero il 21 Year Old dagli altri whisky.”
Se lo dice lui!
Ringrazio Velier per il gentile campione.

Note di degustazione

Al naso emerge subito frutta tropicale, con mango, maracuja, ananas, che va ad affiancare pesca e mela in un profilo morbidamente fruttato. Caramello, vaniglia, albicocche secche e un’impressione di pistacchio si sciolgono in un impasto di aromi ceroso e carezzevole, molto voluttuoso. Lieve nota di cuoio sul fondo.
Meno conciliante al palato, con un’entrata vivace di zenzero che apre su contrasti dolci e amari di frutta in cui ananas, mela e pesca si uniscono a pompelmo e arancia rossa, con marzapane, zucchero di canna, cannella, rabarbaro. Mais cotto. Persistenza del legno in lunghezza, con un leggero tocco salino.
Finale abbastanza lungo e secco, di zenzero, pompelmo, mandorle tostate, radice di liquirizia.

Per avere la gradazione minima bisogna dire che di personalità ne ha da vendere! Il naso è stupendo, peccato che al palato mi sia apparso più disordinato e indeciso, con qualche sbavatura di troppo. Se valga o meno il prezzo sul cartellino è ovviamente soggettivo, ma di certo non è un whisky che lasci indifferenti.

Recensioni di whisky di Glenfiddich nel blog:
Glenfiddich 12yo
Glenfiddich 18yo
Glenfiddich 21yo Winter Storm Batch 2
Glenfiddich 26yo Grande Couronne
Glenfiddich Fire & Cane

Un’altra prospettiva:
Il bevitore raffinato

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: