Irlanda Teeling

Teeling Single Malt

Recensione del single malt della distilleria dublinese Teeling.

Provenienza: Dublino (Irlanda)
Tipologia: Single Malt Irish Whiskey
Gradazione: 46%
Botti di invecchiamento: Ex sherry, ex porto, ex madeira, ex vino bianco e rosso
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Teeling Whisky Company
Prezzo: € 48,00 su WhiskyItaly
Sito web ufficiale: https://teelingwhiskey.com/
Valutazione: 88/100

Dopo diverso tempo dalla prima bottiglia che ha raggiunto questo blog, torniamo alla giovane distilleria che ha riportato la produzione di whiskey a Dublino, la capitale d’Irlanda.
È infatti noto come Teeling sia la prima distilleria a scegliere questa città dopo 125 anni dall’ultima ad aver calcato le sue strade, e non è un primato da poco: il whiskey irlandese sta vivendo una florida e vivace rinascita, e loro sono stati tra i primi a portarla avanti.

Gli imbottigliamenti di Teeling non sono affatto scontati, le scelte del mastro distillatore Alex Chasko battono strade spesso lontane dalla tradizione, frutto anche della sua esperienza nel suo paese natale, gli USA, dove ha lavorato nel settore della produzione artigianale della costa ovest.
Chasko è con loro fin dall’inizio, e questo single malt è proprio il suo biglietto da visita, assieme alle altre due bottiglie di cui è formata la “trinity collection”, rappresentativa della ricerca di nuovi stili da parte della distilleria con whiskey non propri ma sempre irlandesi.
Frutto del matrimonio di whiskey invecchiati in botti che hanno contenuto solo vino, porta dentro di sé gli aromi più tradizionali di porto e sherry, uniti ad altri inusuali per la produzione irlandese come madeira, vino cabernet e bianco della Borgogna. Provenienza ed età dei distillati non è nota, anche se esistono svariate supposizioni su cui glisso elegantemente.
Tutto questo effluvio di vino avrà portato sulla buona strada?
Ringrazio Conor Sweeney di Teeling e Gabriele Rondani di Rinaldi 1957 per la gentile bottiglia.

Oro chiaro nel bicchiere.
Il cereale dall’animo vinoso saluta il naso, seduto su un tappeto erbaceo cui si accompagnano abbondante frutta secca (noci), arancia bionda, prugne, mele renette, frutti rossi, miele. Scorzetta di limone. Leggera cerosità di fondo. Profilo all’insegna della dolcezza leggera.
Sorpresa al caffè al primo sorso, quasi si bevesse un Borghetti, cui si susseguono aromi speziati (pepe nero, cannella, noce moscata), liquirizia, noci (quasi da nocino), biscotti al malto, burro d’arachidi, mela verde. Ogni sorso apporta qualcosa di diverso, pur restando nella paletta aromatica che mischia dolce e amarotico assieme, presentandosi leggero e variegato allo stesso tempo. Suadente legno di sottofondo.
Finale di media lunghezza, di caffè, noci, liquirizia, legno e malto.

Pericolosamente beverino e divertente, stimola l’assaggio continuo rischiando di consumare la bottiglia in un tempo fin troppo breve, anche grazie a una gradazione per nulla invasiva ma da non sottovalutare!

Gli altri imbottigliamenti del blog:
Teeling Small Batch

Le recensioni degli altri:
The Scotch Noob (inglese)
The Whiskey Jug (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: