Glenlivet Scozia Speyside

The Glenlivet 18yo

Recensione del diciottenne di Glenlivet nella versione precedente.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 43%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon ed ex quercia francese limousin
Filtrato a freddo:
Colorazione aggiuntiva:
Proprietà: Pernod Ricard
Prezzo: € 69,00 su Whisky Shop
Sito web ufficiale: https://www.theglenlivet.com/
Valutazione: 75/100

Oggi mi trovo con l’invecchiamento base più alto di Glenlivet, successivo al 12 e al 15 e prima dello stellare 50, in un’edizione che in realtà non fa più parte del loro core range, sostituita da una versione a gradazione più bassa (40%) e con affinamento in botti ex sherry, denominata “Batch Reserve” e parte della linea Heritage.

Ovviamente ci sono poi i vari imbottigliamenti speciali e single cask, cosa che quando si cercano informazioni online sull’imbottigliamento che ci si trova per le mani crea giusto un pizzico di confusione.
Il Limousin (o Limosino in italiano) è una regione francese che fa parte dell’Occitania, nota per la capitale Limoges e per essere una delle svariate zone produttive del vino.
In questo caso si parla di botti di quercia usate in particolare per la maturazione del cognac, probabilmente vergini, di cui ovviamente Glenlivet, tramite Pernod Ricard, ha a disposizione una vastissima scelta.

Al naso è inizialmente piuttosto etereo e poco incisivo, ci mette un po’ ad aprirsi, presentandosi infine con sentori di mela verde, noci, una goccia di miele. Su tutto, un tappeto erboso con fiori di campo. Legno appena tagliato. Sottile ed elegante.
Il palato risente di una certa puntura alcolica, accompagnata da una forte presenza di malto, con ancora mela verde, miele, uvetta, scorzetta di limone. Punta amarognola di noci e secchezza del legno. Decisamente più scombinato che all’olfatto.
Finale medio, di legno, mela verde, noci.

La cosiddetta eleganza di Glenlivet qui è andata a farsi benedire! Forse l’influenza della quercia francese è stata deleteria, squilibrando gli aromi e portando il whisky più distante dalla firma della distilleria.
Peccato, perché l’olfatto non era affatto male.

Gli altri imbottigliamenti del blog:
The Glenlivet 12yo First Fill
The Glenlivet 17yo Meiklour

Le recensioni degli altri:
The Whiskey Jug (inglese)
The Scotch Noob (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: