fbpx
Dream Whisky Highlands Imbottigliatori indipendenti Scozia Teaninich

Dream Whisky Autunno

Recensione del primo dei 5 imbottigliamenti della collezione Metamorfosi di Dream Whisky.

Provenienza: Highlands (Scozia)
Tipologia: Single Cask Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 52,1%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon hogshead con finitura in ex hogshead PX
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Dream Whisky
Prezzo: € 80,00 su Dream Whisky
Sito web ufficiale: dreamwhisky.com
Valutazione: 90/100

Lo scorso 16 novembre Dream Whisky, la (ormai ex) start up milanese figlia dell’immensa passione di Marco Maltagliati e Federico Mazzieri, è tornata a proporre i suoi imbottigliamenti in una nuova collezione, Metamorfosi.
Un progetto ambizioso ma non elitario, che con cinque diverse espressioni di whisky scozzese delle Highlands propone un viaggio nel distillato e nel suo processo di crescita, di mutazione (appunto, metamorfosi), dalla materia prima al tempo passato in botte.
Vi rimandiamo a questo articolo in cui abbiamo presentato l’intera collezione.

Parto dal più giovane del quintetto, proveniente da Teaninich, una distilleria fondata nel 1817 il cui whisky finisce interamente nel noto blended Johnnie Walker. Si tratta di un single malt che ha passato dieci anni in una botte ex bourbon seguiti da altri due in una botte ex sherry Pedro Ximénez.
Single cask quindi, non a grado pieno, proposto in bottiglie da 50cl in edizione ovviamente limitata.

Note di degustazione

Granata nel bicchiere.
Al naso è morbido e coccoloso, forse più invernale che autunnale (ma pure i primi di dicembre fa freddo, eh!), con note calde da vin brulè assieme ad arancia candita, fichi secchi con le mandorle, cioccolato, ruvidezza del cuoio di sottofondo. Radice di liquirizia. Pedro ha lavorato parecchio sul whisky, lasciando un’impronta netta ma non soverchiante. Accogliente.
Con un imbocco vinoso e speziato, spolverato di peperoncino, conferma al palato la ferma influenza spagnola che modula i toni dolci e aspri per non scivolare nella ruffianeria spinta, circondando la frutta (amarena, albicocca secca, mirtilli) con agrumi canditi ed effluvi di caramello tostato, cacao amaro, rabarbaro. Secchezza del cuoio sempre sullo sfondo, mentre in lunghezza esprime toni da camino acceso. Alcol talmente ben integrato da essere svanito del tutto.
Finale lungo e speziato di chiodi di garofano, agrumi frizzanti, punta di sale, legno tostato.

Avvolgente e caloroso, una bevuta confortante che sa rinnovarsi continuamente, con i toni leggermente amari e ruvidi che puliscono la bocca facendo ripartire il giro dei sapori più dolci in una giostra interminabile che si farebbe bere all’infinito. Ottimo.

Recensioni di whisky da Dream Whisky nel blog:
Dream N°1
Dream N°2
Dream N°3
Dream Whisky 1990
Dream Whisky Brewer Malt
Dream Whisky Estate
Dream Whisky Inverno
Dream Whisky Maryland Rye
Dream Whisky Primavera

Un’altra prospettiva:
Il bevitore raffinato
Whisky Facile (le quattro stagioni)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: