Knockdhu Scozia Speyside

anCnoc Peatheart

Recensione della versione torbata del whisky di Knockdhu.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 46%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Inver House Distillers limited
Prezzo: € 65,00 su Whisky Italy
Sito web ufficiale: https://ancnoc.com/
Valutazione: 83/100

Di sola torba non si vive, e se quando si parla di fumo e cenere il pensiero corre subito ad Islay, le altre aree di produzione della Scozia non vogliono certo essere da meno, anche perché non è che la torba ci sia solo su quell’isoletta…
E allora ecco che (quasi) tutte le distillerie scozzesi si trovano nel proprio portafoglio almeno una versione del proprio whisky con la riconoscibile firma torbata, per soddisfare la curiosità dei palati che vogliono assaggiare il proprio distillato preferito in una veste diversa.

Non sempre questi esperimenti sono riusciti, a volte la personalità di un’etichetta viene stravolta dall’inserimento di un elemento così forte e incisivo, ma a volte invece funziona.
Il livello di torba dichiarato in questa versione peated di anCnoc è di 40ppm (che, come dovreste sapere, di per sé non vuol dire più o meno una mazza), vedremo se stravolge o arricchisce il malto di Knockdhu.
Anticipata da diverse edizioni torbate prodotte in precedenza, questa è la prima entrata stabilmente nella loro offerta base.
Rinnovo i ringraziamenti a Giorgia Vendramin e Compagnia dei Caraibi per la gentile bottiglia.

Giallo paglierino nel bicchiere.
Al naso la torba si presenta erbacea e tostata, con un profilo fresco di agrumi (arancia e lime), pera Williams, nocciole, mandorlato, noce moscata avvolto da un fumo delicato e per nulla invasivo. Anice e tè nero fanno da sfondo. Nel tempo, il fumo cresce di intensità pur restando ben innestato nell’insieme. Accattivante.
Pungente il giusto a livello alcolico, con la pepatura che stuzzica il palato, mentre il fumo si fa più acre, arruffando gli aromi più dolci e fruttati di pere, mela verde, nocciole e arancia. Oleoso e compatto, esprime una decisa salinità su tonalità di miele e caramello, mantenendo i toni erbacei di sottofondo.
Finale abbastanza lungo, di pepe, tabacco, sale, arancia, terra, cenere.

Whisky un po’ indeciso su cosa voglia essere, con la torbatura sospesa tra fumo e toni erbacei che fatica a integrarsi con il resto degli aromi. L’insieme tutto sommato è piacevole, ma non è molto integrato e potrebbe non soddisfare gli amanti dei torbati come della scuola opposta. Personalmente, lo ritengo un esperimento riuscito a metà, molto promettente specie per l’olfatto.

Gli altri imbottigliamenti del blog:
anCnoc 12yo
anCnoc 24yo

Le recensioni degli altri:
Malt Review (inglese)
The Dramble (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: