Auchentoshan Lowlands

Auchentoshan 12yo

Recensione dell'Auchentoshan 12yo, un classico delle Lowlands.

Provenienza: Lowlands (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 40%
Botti di invecchiamento: Ex Bourbon ed Ex Sherry-Oloroso
Filtrato a freddo: Sì.
Colorazione aggiuntiva: Sì.
Proprietà: Suntory.
Prezzo medio: € 40,00
Sito web ufficiale: www.auchentoshan.com
Recensione: 8

Isole a parte, la geografia del whisky in Scozia è piuttosto semplice: le Highlands a nord, lo Speyside al centro e le Lowlands a sud. Le Highlands sono la regione più estesa e un tempo includevano lo Speyside, la cui autonomia, per il carattere assai specifico dei suoi whisky, è stata riconosciuta solo di recente. Lo stesso discorso vale per la penisola di Campbeltown (che teoricamente appartiene alle Lowlands), i cui spirits possiedono note così particolari da meritare una netta distinzione.

A differenza delle Highlands e dello Speyside, i whisky delle Lowlands non sono molti, e tutto sommato sono anche poco conosciuti. Il più noto di essi è Auchentoshan (in gaelico “l’angolo del campo”).
La distilleria si trova ai piedi delle colline Kilpatrick, poco fuori Glasgow, ed è l’unica, insieme a Springbank di Campbeltown con gli imbottigliamenti Hazelburn, a praticare la tripla distillazione. Questa scelta produttiva è importante, perché influenza il corpo dei suoi whisky.
Il core range di Auchentoshan è limitato ma significativo: accanto al 12 anni base, oggetto di questa recensione, troviamo infatti un 18 anni, un 21 anni e due NAS, l’American Oak (maturato interamente, come dice il nome, in botti di rovere americano) e il Three Wood (che ha passato almeno 10 anni in legno di Bourbon, un anno in Sherry Oloroso e sei mesi in Pedro Ximénez).

Il 12 anni, proposto alla gradazione standard di 40 ABV, si offre alla vista con un bel color miele.
Portando il bicchiere al naso, si avverte subito un’impressione di agrume dolce che fa pensare a canditi all’arancia, su cui si innesta, poco dopo, un sentore di vaniglia addirittura suadente. Qualche minuto e compaiono un goloso aroma di cioccolato al latte e, sul fondo, una nota amara, di noce, sorprendente e gradevole.
In bocca, l’agrume piano piano si defila e sul palcoscenico del gusto trionfano una vaniglia non stucchevole e un cioccolato per nulla invasivo, con noci sullo sfondo.
Il finale, non particolarmente lungo, sa di malto e di agrume ancora, ma più tenue.

Auchentoshan, che non ha una distribuzione ufficiale in Italia, ma che, per fortuna, si può acquistare a prezzi accettabili su diversi siti internet nazionali, è una distilleria che merita rispetto e considerazione. I suoi whisky sono leggeri nel corpo e complessi nello spirito, potremmo riassumere con una battuta.
La loro beva non impegnativa, che ricorda quella dei Bourbon americani, è un ponte lanciato verso chi non conosce gli Scotch e verso chi è alla ricerca di una valida alternativa alle proposte più ovvie.

Le recensioni degli altri:
Whisky Facile
The Whiskey Jug (inglese)
Distiller (inglese)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: