Auchentoshan Lowlands

Auchentoshan 12yo

Recensione dell'Auchentoshan 12yo, un classico delle Lowlands.

Provenienza: Lowlands (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 40%
Botti di invecchiamento: Ex Bourbon, ex Sherry Oloroso
Filtrato a freddo: Sì.
Colorazione aggiuntiva: Sì.
Proprietà: Suntory.
Prezzo medio: € 40,00
Sito web ufficiale: www.auchentoshan.com
Valutazione: 83/100

Isole a parte, la geografia del whisky in Scozia è piuttosto semplice: le Highlands a nord, lo Speyside al centro e le Lowlands a sud. Le Highlands sono la regione più estesa e un tempo includevano lo Speyside, la cui autonomia, per il carattere assai specifico dei suoi whisky, è stata riconosciuta solo di recente. Lo stesso discorso vale per la penisola di Campbeltown (che teoricamente appartiene alle Lowlands), i cui spirits possiedono note così particolari da meritare una netta distinzione.

A differenza delle Highlands e dello Speyside, i whisky delle Lowlands non sono molti, e tutto sommato sono anche poco conosciuti. Il più noto di essi è Auchentoshan (in gaelico “l’angolo del campo”).
La distilleria si trova ai piedi delle colline Kilpatrick, poco fuori Glasgow, ed è l’unica, insieme a Springbank di Campbeltown con gli imbottigliamenti Hazelburn, a praticare la tripla distillazione. Questa scelta produttiva è importante, perché influenza il corpo dei suoi whisky.
Il core range di Auchentoshan è limitato ma significativo: accanto al 12 anni base, oggetto di questa recensione, troviamo infatti un 18 anni, un 21 anni e due NAS, l’American Oak (maturato interamente, come dice il nome, in botti di rovere americano) e il Three Wood (che ha passato almeno 10 anni in legno di Bourbon, un anno in Sherry Oloroso e sei mesi in Pedro Ximénez).

Il 12 anni, proposto alla gradazione standard di 40% ABV, si offre alla vista con un bel color miele.
Portando il bicchiere al naso, si avverte subito un’impressione di agrume dolce che fa pensare a canditi all’arancia, su cui si innesta, poco dopo, un sentore di vaniglia addirittura suadente. Qualche minuto e compaiono un goloso aroma di cioccolato al latte e, sul fondo, una nota amara, di noce, sorprendente e gradevole.
In bocca, l’agrume piano piano si defila e sul palcoscenico del gusto trionfano una vaniglia non stucchevole e un cioccolato per nulla invasivo, con noci sullo sfondo.
Il finale, non particolarmente lungo, sa di malto e di agrume ancora, ma più tenue.

Auchentoshan è una distilleria che merita rispetto e considerazione. I suoi whisky sono leggeri nel corpo e complessi nello spirito, potremmo riassumere con una battuta.
La loro beva non impegnativa, che ricorda quella dei Bourbon americani, è un ponte lanciato verso chi non conosce gli Scotch e verso chi è alla ricerca di una valida alternativa alle proposte più ovvie.

Le recensioni degli altri:
Whisky Facile
The Whiskey Jug (inglese)
Distiller (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: