fbpx
Isola di Arran Lochranza (Arran Malt) Scozia Whisky dai 50 ai 100 euro

Brothers in Arran

Recensione di due affinamenti di Arran, in botti ex madeira ed ex marsala

Provenienza: Arran (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Lochranza Distillery
Sito web ufficiale: www.arranwhisky.com

A distanza di qualche tempo, torniamo sull’isola di Arran con una doppia recensione: due whisky affinati rispettivamente in botti ex madeira ed ex marsala, che condividono formula produttiva (8 anni in botti ex bourbon refill e un lasso di tempo non precisato per il finish), gradazione (50% ABV), il fatto di essere presentati nel loro colore naturale e senza filtrazione a freddo, e – purtroppo – l’ormai difficile reperibilità sul mercato. In questo senso, l’indicazione del prezzo è da considerarsi puramente orientativa.

The Arran Malt Madeira Cask Finish

Gradazione: 50%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon refill ed ex madeira
Prezzo indicativo: € 80,00
Valutazione: 87/100

Questo imbottigliamento era stato aggiunto al core range della distilleria nell’estate del 2016, per essere dismesso un paio d’anni fa in coincidenza con il radicale restyling della proposta.

Note di degustazione

Il colore è un bell’oro lucente.
All’olfatto, le prime impressioni sono di frutta: albicocca matura, fragola ma soprattutto zest d’arancia, con un sorprendente accento balsamico riconducibile all’eucalipto e una freschezza floreale di fondo. Con il procedere dell’assaggio, accanto a una speziatura di chiodi di garofano percepiamo una lontana nota di vaniglia e, più distintamente, sentori di pasta frolla e biscotti al burro. Una spolverata di zenzero impreziosisce l’insieme.
L’imbocco è vivace, con una pepatura non banale. Ancora frutta, con l’albicocca e uno zest d’arancia ben più intenso che all’olfatto. Il versante agrumato è arricchito da un succo d’arancia gialla, mentre aromi di pasta frolla e crema pasticcera fanno pensare a una crostata pronta per essere servita.
Il finale di media lunghezza vede ancora schierato in prima fila lo zest d’arancia, in compagnia stavolta di una marmellata al mandarino, con una spolverata di pepe e lontani echi di vaniglia.

Le botti ex madeira hanno lavorato soprattutto sulla dimensione fruttata del whisky di Arran, accentuandone la componente agrumata. Complice la gradazione, il risultato assomiglia, per certi versi, a un Glenmorangie su di giri. Che per noi è decisamente un complimento.

The Arran Malt Marsala Cask Finish

Gradazione: 50%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon refill ed ex marsala
Prezzo indicativo: € 90,00
Valutazione: 86/100

Questo imbottigliamento, invece, è un’edizione speciale del 2018 e, in quanto limitata, ancora più ardua da trovare.

Note di degustazione

Il colore è ambra chiaro.
Al naso, la primissima nota è proprio di marsala, seguita da pasta frolla, crema pasticcera, cioccolato al latte, nocciola, fiori d’arancio e un sorprendente ciclamino. Sulla distanza emerge un sentore che ricorda molto da vicino quello dell’aceto di mele. Anche in questo caso, la gradazione sostiene perfettamente, quando non esalta, le diverse percezioni.
Al palato, il consueto imbocco pepato sfocia in una goduriosa serie di variazioni sul tema del cremoso, con crema pasticcera e toffee sugli scudi, una carezza di arancia gialla e una leggera impressione di legno.
Nel finale di media lunghezza, moderatamente pepato, trionfano ancora le sfumature di crema.

In questo caso, le botti del popolare vino liquoroso siciliano stuzzicano soprattutto il versante cremoso del distillato di Arran, in maniera complementare (e non prevista) rispetto al Madeira Cask Finish. A nostro gusto, si tratta di un whisky leggermente meno espressivo, ma rimane comunque un gran bel bere.

Recensioni di whisky di Arran nel blog

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: