fbpx
Danimarca EtOH Whisky dai 50 ai 100 euro

EtOH White Forest

Recensione di un distillato dalla maturazione accelerata in legni di cedro e noce.

Provenienza: Danimarca
Tipologia: Pure Malt Spirit
Gradazione: 47%
Legni di invecchiamento: Cedro e noce
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: EtOH
Prezzo indicativo: € 65,00 
Sito web ufficiale: etoh.dk
Valutazione: 84/100

Un altro whisky-non-whisky dell’intraprendente azienda danese, che realizza distillati usando procedure d’invecchiamento rapido con l’intento di creare un prodotto finale che dia sensazioni organolettiche simili a quelle del whisky. Vi rimando alla recensione che trovate in calce per i dettagli.
Le linee che realizzano sono due, la Classics che si rifà ai profili più comuni del whisky, e la Novels, che esplora strade (ancora) più innovative.
Qui mi trovo con un campione proveniente da quest’ultima, con un new make realizzato per metà con orzo maltato e torbato scozzese e per metà con segale tedesca, e ben quattordici giorni di invecchiamento a contatto con legni di cedro e di noce.
Incuriosito? Molto!

Note di degustazione

Ed è la torba, erbacea e minerale, che emerge per prima al naso, con una pungente nota fumosa che abbraccia una corposa speziatura (chiodi di garofano, noce moscata) su agrumi (arancia, kumquat), liquirizia, una vena limonosa. Ginepro tostato. Evoca un camino nordico acceso.
In bocca è piuttosto leggero e ancora molto speziato, con il fumo che vira verso l’incenso e le tonalità agrumate che crescono di intensità, ed emerge una nota di bitter (ricorda proprio un Campari) alquanto curiosa. Ancora ginepro, radice di liquirizia, e in lunghezza un’impressione di pistacchi salati.
Finale abbastanza lungo e salino, di bitter, ginepro tostato, spezie, incenso.

Cedro e malto torbato si mangiano allegramente la segale, sparigliando le carte e dando vita a un distillato che pare quasi un aperitivo, aromatico e speziato, e con una gradazione ben bilanciata. Se l’intenzione era quella di creare qualcosa di desueto, direi che l’obiettivo è centrato. Vocato alla miscelazione, ma liscio con giusto un paio di cubetti di ghiaccio in estate potrebbe fare furore.

Recensioni di distillati da EtOH nel blog:
EtOH Been Apart
EtOH Call of Excise Duty
EtOH Double Peached

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: