Blended Scotch Imbottigliatori indipendenti Murray McDavid Scozia

Murray McDavid The Speysiders Batch 2

Recensione del blended che unisce 4 distillerie dello Speyside dell'imbottigliatore Murray McDavid.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Blended Scotch Whisky
Gradazione: 46%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon, ex sherry ed ex vino sauternes
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Aceo Ltd.
Prezzo: € 49,00 su Whisky Italy
Sito web ufficiale: www.murray-mcdavid.com
Valutazione: 75/100

Si può dire che Murray McDavid sia un po’ il re (o quantomeno il baronetto, via) dei blended, che – bisogna ammettere – gli riescono piuttosto bene.
Qui mi ritrovo con un blend di single malt dello Speyside, provenienti da Craigellachie, Miltonduff, Linkwood e Glenlossie, tutti distillati nel 2009 e invecchiati dieci anni.

La divisione delle botti di invecchiamento è composta da ex bourbon (Linkwood e Glenlossie), ex sherry (Craigellachie) ed ex vino rosso (Miltonduff), i cui whisky sono stati uniti in due botti ex sherry per l’affinamento, producendo in totale 1.553 bottiglie.

Oro con riflessi rosati nel bicchiere.
L’apporto delle botti di vino è nettissimo al naso, una botta intensa e aspra da cui riesce difficile riprendersi. Inevitabile la presenza aromatica di fragoline di bosco e lamponi con venature erbacee, accompagnate da mela verde, ananas, anice, miele, succo di limone. In sottofondo una lieve nota metallica, di rame. Fresco e asprigno.
Bella oleosità al palato, con pizzichi di pepe bianco su frutta più morbida (pesca, pera matura, albicocca, prugna) e tropicale (ananas) che si unisce a quella rossa, assieme a vaniglia, cereali, zucchero di canna, miele. Limone e zenzero. Secco e astringente sulla lunghezza.
Finale abbastanza lungo e secco di frutti rossi, zenzero, limone e nota metallica.

A chi dice che gli speysider siano poco decisi risponde questo blend con toni fin troppo marcati, dove lo sherry risulta insolitamente quieto mentre la parte da leone la fa il vino, che si mangia buona parte del distillato in modo piuttosto disordinato.
Se vi piacciono le influenze enologiche, questa bottiglia ovviamente fa proprio al caso vostro, ma personalmente mi ha convinto poco.

Gli altri imbottigliamenti del blog:
Murray McDavid Rìgh Seumas II
Murray McDavid Young & Old 7yo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: