Glen Garioch Highlands Scozia

Glen Garioch 1797 Founder’s Reserve

Recensione dell'imbottigliamento senza età dichiarata di Glen Garioch.

Provenienza: Highlands (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 48%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: 
Proprietà: Suntory
Prezzo: € 39,00 su Spirit Academy
Sito web ufficiale: https://www.glengarioch.com/
Valutazione: 85/100

Quando i fratelli John e Alexander Manson decidono, nel 1797, di fondare la propria distilleria, scelgono una zona molto appartata e tranquilla nell’Aberdeenshire, area nota per la particolare qualità delle coltivazioni d’orzo, mettendo radici nella cittadina di Oldmeldrum.
Il Garioch (che si pronuncia Geery nel dialetto locale) è il lembo di terra fertile, ottimo quindi per la distillazione del whisky, di quelle parti in cui prima John (all’epoca ventisettenne) e quattro anni dopo il fratello Alexander (diciannove anni) danno vita alla distilleria, facendo buon uso delle conoscenze agricole della famiglia e intraprendendo una florida attività.
La gestione dell’azienda passa di padre in figlio fino al 1884 quando la distilleria viene acquisita dalla J.G. Thompson & Co., mercanti di Leith, che a breve finiscono nelle mani di William Sanderson, ai tempi lanciatissimo nella produzione di blended, che infatti utilizza il whisky di Glen Garioch per creare il noto Vat 69.
Altri passaggi di mano, la Depressione, la seconda guerra mondiale e problemi di approvvigionamento dell’acqua portano sul finire degli anni ’60 del secolo scorso alla chiusura della distilleria che pochi anni dopo viene acquisita da Stanley P. Morrison, già proprietario di Bowmore.
La scoperta di una fonte sotterranea nelle vicinanze porta nel 1973 al rilancio dell’etichetta con la rinascita della produzione che, fatta salva una breve chiusura nel biennio ’95/’97, non si è più interrotta.

Non sono molti gli imbottigliamenti nel portafoglio di Glen Garioch, con al centro il 12 anni e questo Founder’s Reserve in onore appunto del fondatore John Manson, cui si aggiungono diversi vintage e, di recente, un 15 anni e una versione in botti vergini.

Note fresche e floreali al naso, innestate su un profilo classico di miele, vaniglia, mele verdi, pera abate, scorza di limone. Malto e caramello in sottofondo. La componente dolce è delicata, complice anche la gradazione che ne contiene l’esuberanza, ottenendo un olfatto bilanciato e non banale.
Imbocco vivace e speziato, lo zenzero titilla la lingua mentre le impressioni fruttate (con tocchi di arancia e banana acerba) si sposano a nocciola (tanta), vaniglia e caramello, in una consistenza oleosa e compatta che si mantiene sempre sui binari di una dolcezza pacata. Malto e carezza del legno sullo sfondo, con un accenno di cioccolato al latte.
Finale mediamente lungo e secco di nocciola, malto, punta di liquirizia, legno, folata di fumo.

Un whisky economico ma non per questo “tirato via”, anzi, dimostra una complessità atipica in questa fascia di prezzo, grazie anche alla rispettabile gradazione che consente agli aromi di uscire senza prepotenza.

Gli altri imbottigliamenti nel blog:
Dràm Mòr Glen Garioch 8yo

Le recensioni degli altri:
The Scotch Noob (inglese)
Whisky Reviews (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: