Ardmore Hunter Laing & Co. Imbottigliatori Scozia Speyside

Ardmore 1997 The First Editions

Recensione del whisky di Ardmore secondo Hunter Laing.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 54,1%
Botte di invecchiamento: Ex bourbon hogshead refill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Hunter Laing & Company
Prezzo indicativo: € 90,00
Sito web ufficiale: https://hunterlaing.com/range/first-editions/
Valutazione: 87/100

Continuano a capitarmi per le mani imbottigliamenti indipendenti di Ardmore, che fin qui son sempre stati davvero notevoli, ma di recente mi è arrivata una bottiglia dal loro portafoglio base, che presto vedrete quindi su queste pagine.
Veniamo però a quella di oggi, dalla serie di Hunter Laing dedicata alle “prime edizioni”, da botte singola che ha prodotto 258 esemplari, tutti cask strength.

Tutti gli imbottigliamenti sotto questa etichetta sono single cask e a grado pieno, evocando l’idea di un volume unico e speciale come avviene, appunto, nelle prime edizioni.
Venti anni passati in una botte ex bourbon di secondo riempimento, molto curioso di conoscere il risultato finale di questo torbato dello Speyside.
Grazie a Fabio Ermoli di Lost Dram (e non solo!) per il generoso campione.

Oro con riflessi ramati nel bicchiere.
Naso molto elegante e setoso, con note di frutta matura (mele, pere, albicocche), arancia candita, marzapane, mandorle. Impressione di cacao. In sottofondo, una sottile affumicatura, da legno tostato, che sostiene e avviluppa gli aromi.
In bocca conferma la propria sobria eleganza, sempre con la tonalità affumicata che fa da trait d’union senza prevalere sui sapori, i quali restano in una partitura fruttata speculare all’olfatto ma di maggiore intensità, con una leggera pepatura di superficie e qualche nota di zenzero. Panpepato e caramello. Sulla lunghezza appare anche del cuoio, in perfetta armonia con il fumo.
Finale abbastanza lungo, con punte saline, di legna bruciata, cuoio, mandorle, vaniglia.

Dire che si tratti di un whisky elegante sarebbe a questo punto pleonastico, ma è davvero la caratteristica principale di questa bevuta: non particolarmente complessa o stratificata, ma con un bilanciamento invidiabile tra le note fumose e quelle dolci che potrebbe attrarre chi si dimostra timoroso verso la torba.

Gli altri imbottigliamenti nel blog:
Dream N°1
Whiskysayrus Rex – Ardmore 11yo

Gli altri imbottigliamenti di Hunter Laing nel Blog:
Glen Scotia 1991 The First Editions
Jura 1991 The First Editions
Scarabus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: