Cardhu Scozia Speyside

Cardhu 11yo Special Release 2020

Recensione del Cardhu nella versione speciale del 2020 di Rare by Nature.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 56%
Botti di invecchiamento: Vergini, ex bourbon refill e first fill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Diageo
Prezzo: € 89,00 su Whisky Shop
Sito web ufficiale: https://www.malts.com/en-row/distilleries/cardhu/
Valutazione: 84/100

Dopo averlo provato nella versione Game of Thrones e con la fiaschetta del 12yo che mi attende sullo scaffale, ecco finalmente un Cardhu in versione cask strength nella veste della Special Release del 2020.
Rispetto a quella dell’anno scorso, a invecchiamento maggiore in un’unione di botti ex bourbon ed ex sherry, quella di cui mi trovo un campione si mostra in una veste interamente in bourbon con una componente di botti vergini. Giocare con le botti nuove di quercia è sempre un po’ un rischio per lo scotch, per un whisky così delicato come questo sarà un azzardo o una mossa vincente?

Con questa bottiglia si conclude il mio viaggio nell’edizione di quest’anno, augurandomi di mettere mano presto anche sul Mortlach: come sempre, trovate la lista completa delle espressioni in questo articolo.

Giallo paglierino con riflessi ramati nel bicchiere.
Floreale e fruttato all’olfatto con tonalità di tiglio, pesca, mela verde, mandarino, vaniglia, cereale bagnato, miele, spruzzatina di lime. Fondo di erba appena tagliata e una carezza di legno. Fresco e pieno allo stesso tempo, con la giovinezza che si fa pregio più che limite.
La puntura alcolica scalda gli animi e tende a sovraccaricare il palato, con le componenti agrumate che si fanno più marcate su un letto di frutta matura (ancora pesca, mela, pera, ananas) e cereali, con miele in abbondanza e una vaga componente mentolata. Accenno di nocciole. L’aspetto più dolce e cremoso finisce in secondo piano, con il legno bagnato a fare da sfondo.
Finale mediamente lungo, di nocciole, legno, limone, miele.

Accanto ai compari della serie probabilmente sfigura un po’ per complessità e spessore, ma resta comunque un whisky solido, non banale, che mette in risalto le caratteristiche della distilleria generalmente assopite negli imbottigliamenti base.

Gli altri imbottigliamenti nel blog:
Cardhu Gold Reserve Game of Thrones – House Targaryen

Altre Special/Limited Release nel blog:
Cragganmore 12yo 2019
Cragganmore 20yo 2020
Dalwhinnie 30yo 2020
Lagavulin 12yo 2018
Lagavulin 12yo 2019
Pittyvaich 30yo 2020
Talisker 8yo 2018
Talisker 15yo 2019
Talisker 8yo 2020
The Singleton of Dufftown 17yo 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: