Isola di Islay Kilchoman Scozia

Kilchoman Loch Gorm 2020

Recensione dell'edizione annuale del whisky di Kilchoman invecchiato in sherry.

Provenienza: Islay (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 46%
Botti di invecchiamento: Ex sherry oloroso butt
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Kilchoman
Prezzo: € 79,00 su Cadenhead’s Whisky Bar
Sito web ufficiale: https://kilchomandistillery.com/
Valutazione: 88/100

Dopo molto tempo Kilchoman torna ad affacciarsi su queste pagine, e lo fa con un imbottigliamento annuale a edizione (non troppo) limitata di 15.500 bottiglie.
Frutto dell’unione di 20 botti (dichiarate in etichetta, o 21 come indicato sul sito) che hanno contenuto sherry oloroso, selezionate tra invecchiamenti diversi con riempimenti degli anni 2007, 2008, 2009 e 2011 (quindi diciamo un 9 anni), messi in bottiglia ad aprile del 2020.
Nata nel 2013, la serie ha mantenuto la coerenza nella gradazione così come nella maturazione in botti ex sherry oloroso, con variazioni solo sulla tipologia di botte.

Di seguito l’elenco di tutte le annate:
2013 – butt ex sherry oloroso e finish di sei settimane in hogshead di sherry, tutte del 2007, con 10.000 bottiglie prodotte;
2014 – butt ex sherry oloroso, del 2009, con 17.000 bottiglie prodotte;
2015 – butt e hogshead ex sherry oloroso, del 2010, con 10.000 bottiglie prodotte;
2016 – butt ex sherry oloroso first fill e refill, del 2010, con 14.000 bottiglie prodotte;
2017 – butt ex sherry oloroso, del 2009, con 13.500 bottiglie prodotte;
2018 – 19 butt ex sherry oloroso, del 2007, 2008 e 2011, con 15.000 bottiglie prodotte;
2019 – butt ex sherry oloroso, del 2006, 2009 e 2011, con 15.000 bottiglie prodotte;
2020 – 20 o 21 butt ex sherry oloroso, del 2007, 2008, 2009 e 2011, con 15.500 bottiglie prodotte.
Da notare che fino al 2017 era presente la numerazione dell’edizione (arrivando alla quinta), abbandonata poi nel 2018.

Color rame nel bicchiere.
Costolette al barbecue cucinate su ciocchi di pino salutano il naso, buttando sulla griglia anche copiose fette d’arancia e di chinotto. Uvetta, nocciole e bacche di vaniglia sparpagliate sopra, una nuvola di cannella e qualche ciuffo d’erba balsamica. Il cuoco evidentemente fumava perché arriva anche del tabacco. Un mix di carnoso calore e freschezza molto piacevole e intrigante.
Sapidità marina all’imbocco del palato, dove prosegue la carne grigliata sulle braci immersa nei sentori agrumati con tonalità balsamiche. Cresce la parte più dolce, di vaniglia, toffee, prugne mature e uvetta alcolica che arrotondano l’asperità della torba, unite al cereale biscottoso da prima colazione che ammorbidisce il tutto, riuscendo a mantenere un saldo equilibrio.
Finale lungo e cenerino, di legno, agrumi e spezie.

Equilibrio poco comune di torba e delicatezza, che riesce a essere elegante e solido allo stesso tempo, una bevuta strutturata che riesce a restare “facile” nonostante le tutt’altro che semplici stratificazioni. Ottimo.

Gli altri imbottigliamenti nel blog:
Kilchoman 100% Islay 9th Edition
Kilchoman 2012 Madeira Finish
Kilchoman Beija Flor 11yo
Kilchoman Machir Bay
Kilchoman Sanaig
Kilchoman STR Cask Matured 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: