Clynelish Highlands

The Ultimate Clynelish 2008

Recensione di un 8 anni del classico Clynelish, qui in versione The Ultimate.

Provenienza: Highlands (Scozia)
Tipologia: Single Cask Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 46%
Botti di invecchiamento: Ex Bourbon.
Filtrato a freddo: No.
Colorazione aggiuntiva: No.
Proprietà: The Ultimate Whisky
Prezzo medio: € 55,00
Sito web ufficiale: http://www.ultimatewhisky.com/
Valutazione: 72/100

Imbottigliatore di origine olandese, The Ultimate è nato nel 1994 dalla passione di Han e Maurice van Wees.
I due selezionano botti da tutte le distillerie scozzesi, creando single cask (imbottigliamenti provenienti da un’unica botte) a tiratura di conseguenza limitata.
Inizialmente producevano anche miniature, e a oggi hanno un portafoglio di circa 25 imbottigliamenti, alcuni dei quali provenienti da altre parti del mondo.
Tutta la produzione è con colorazione naturale e senza filtratura a freddo, un “single malt onesto” come dicono loro stessi.

Sul loro sito web è presente la lista con la produzione attuale nonché un comodissimo pdf con tutti gli imbottigliamenti precedenti: quello oggetto di recensione è il n. 800068, distillato nel 2008 e imbottigliato a dicembre del 2016, dunque un 8 anni.
Altra caratteristica di questi imbottigliatori è il prezzo decisamente accessibile delle loro bottiglie, che consente di variare rispetto ai core range delle varie distillerie senza spendere un patrimonio.
E in un tempo i cui i prezzi sembrano impazziti, non è poco.

Colore giallo chiarissimo, quasi trasparente.
Il naso viene accolto da una torba morbida e umida, con appena un accenno di fumo. Caramello, agrumi e un tocco di spezie avvolti da una soffiata salina, il tutto senza alcuna ingerenza dell’alcol. Molto delicato.
In bocca domina la dolcezza: prugne, vaniglia e caramello con un accompagnamento di arancia candita. A spezzare il rischio di smarmellamento, il vento costiero che spruzza torba umida e salina sugli aromi. Appare inoltre un leggero pizzicore di spezie, che fa da buon contrappunto, e del pane fresco. Il fumo pare essere svanito, alcol invece ben presente e a tratti arrogante.
Il finale è salino e secco, abbastanza fugace.

Una variazione più disordinata del classico Diageo, che sacrifica un po’ di eleganza per una maggiore personalità offrendo una variazione sul tema non eccelsa, specie per il finale.

Gli altri imbottigliamenti nel blog:
Clynelish 14yo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: