fbpx
Highlands Royal Lochnagar Scozia Whisky dai 200 euro in su

Royal Lochnagar 16yo Special Release 2021

Recensione del Royal Lochnagar in versione Legends Untold

Provenienza: Highlands (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 57,5%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon ed ex sherry refill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Diageo
Prezzo: € 249,00 su Morisco Spirits
Sito web ufficiale: www.malts.com
Valutazione: 88/100

Da tempo immemorabile le terre che circondavano il fiume Dee, nell’Aberdeenshire, erano coperte da una fitta e gelida nebbia, finché non giunse un fiero stallone, bianco come la neve, che con il suo possente galoppo strappò il velo caliginoso. Il calore della primavera scorreva nella sua figura maestosa, sciogliendo il ghiaccio sotto i suoi zoccoli e facendo crescere l’erba, di nuovo rigogliosa.
E fu proprio il suo galoppo a dare energia e calore agli alambicchi di Royal Lochnagar, consentendo così di creare anni dopo questa rara espressione della distilleria per la serie “Legends Untold”, filo conduttore delle Special Release Diageo del 2021.
Grado pieno, nessuna adulterazione e composizione classica nelle botti di invecchiamento per un distillato del 2004, che vede tornare Royal Lochnagar in questa linea dopo la prima e unica volta del 2007.

Note di degustazione

Al naso è morbido e delicato, un tripudio di fiori e frutta intrecciati in una composta dalle venature cerose di melone verde, kiwi, pera, albicocca e fiori di campo. Tè alla menta, pinoli, biscotti ai cereali e acini d’uva punteggiano gli aromi, rincorrendosi (al galoppo?) su un tappeto erboso che evoca una inebriante freschezza. Ricco.
Più sfrontato ed energico in bocca, dove l’alta gradazione si fa sentire con un’iniziale sferzata di pepe e zenzero che anticipa un corpo sostanzioso e caldo, in cui le note dolci e morbide (mele cotte, uvetta, pasta frolla) presentano venature più acidule e amarotiche, di mandorle, limone, buccia d’arancia e radice di liquirizia. Ancora tè e tocchi erbacei, mentre in lunghezza emerge una curiosa impressione di cetrioli.
Finale lungo e mentolato, di foglie d’erba (scusa Walt), finocchio, mele, mandorle.

Un whisky ricchissimo, spettacolare, che rende giustizia a una distilleria negletta in grado qui di mostrare muscoli e grazia come il cavallo bianco del Vidal che sfoggia in etichetta. Meriterebbe un prezzo meno elitario proprio per consentire a più appassionati possibili di scoprire di quanta generosità sia capace Royal Lochnagar.

Recensioni di whisky da Royal Lochnagar nel blog:
Royal Lochnagar 12yo Game of Thrones – House Baratheon

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: