Speyside Strathisla

Strathisla 12yo (vecchia versione)

Il 12 anni di Strathisla nella vecchia versione, ancora reperibile.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 43%
Botti di invecchiamento: Ex sherry
Filtrato a freddo:
Colorazione aggiuntiva:
Proprietà: Pernod Ricard
Prezzo: € 90,00 su Whisky Shop
Sito web ufficiale: https://www.chivas.com/it-IT/the-story/strathisla
Valutazione: 80/100

Come definito dai suoi proprietari, Strathisla è “il cuore di Chivas Regal”, il malto principale alla base del noto blended.
Nota come la distilleria più antica di Scozia, fin dalla fondazione nel 1786 non ha mai cessato la produzione se non per una breve pausa durante la guerra, cosa molto rara se non unica nel settore.
Nata come Milltown Distillery per mano di George Taylor e Alexander Milne, qualche decennio dopo la distilleria viene acquisita da William Longmore (in seguito la William Longmore Ltd) e finisce quasi rasa al suolo prima da un terribile incendio nel 1876 e da un’esplosione poi nel 1879, ma sopravvive aggiungendo anche un impianto di imbottigliamento.
Nel 1950, James Barclay acquista Strathisla per conto della Chivas Bros, finendo quindi a comporre il loro blended di bandiera.
Curiosamente, il nome passò da Milltown a Strathisla nel 1870, tornando poi come Milltown nel 1890, acquisendo infine il nome attuale in via definitiva nel 1950.

Destinando buona parte della propria produzione per il Chivas Regal, sono pochi e irregolari gli imbottigliamenti originali della distilleria, tra cui questo 12 anni, mentre innumerevoli sono quelli indipendenti, d’altronde vista la longevità produttiva non c’è da stupirsene!
Questa versione del 12 anni non è più in commercio dal 2013, quella attuale ha una veste del tutto differente e una gradazione minore (40%), rendendo di fatto questi due imbottigliamenti diversi tra loro.

Forte componente di malto e cereali al naso, accompagnata da miele, pesca sciroppata, uvetta, noce moscata, cannella, arancia candita. Lieve presenza di legno in sottofondo. Note sherried piuttosto comuni ma godibili.
L’imbocco è caloroso e speziato, con nocciole, agrumi, miele e biscotti al burro. Pepe. Poca evoluzione o complessità, semplice e diretto.
Finale abbastanza breve, di noce moscata, pepe, scorza d’arancia.

Un whisky senza tanti fronzoli, che offre una bevuta disimpegnata ma piacevole, perfetta per la condivisione.
Pur senza averla provata, mi viene da pensare che la nuova versione dal grado più basso abbia solo da perderci nel confronto.

Le recensioni degli altri:
Il bevitore raffinato
Jason’s Scotch Reviews (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: