Glenglassaugh Highlands

Glenglassaugh Torfa

Recensione del Glenglassaugh Torfa, NAS torbato delle Highlands.

Provenienza: Highlands (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 50%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Brown-Forman Corporation (Benriach)
Prezzo medio: € 45,00
Sito web ufficiale: https://www.glenglassaugh.com/
Valutazione: 80/100

Dopo molto tempo, introduciamo un’altra distilleria delle Highlands, situata appena fuori dalla regione dello Speyside, vicino alla piccola città di Portsoy.
Fondata nel 1875 dal colonnello James Moir assieme ai due nipoti, che volevano soddisfare la crescente richiesta di whisky da parte dei clienti del loro negozio di alimentari, Glenglassaugh ebbe buona fortuna fino alla morte di due dei fondatori, portando l’unico sopravvissuto a cedere l’attività nel 1892 alla Highland Distillers. Quest’ultima ne mantenne la produzione arrivando però alla chiusura nel 1907, con gli impianti che restarono inutilizzati fino all’acquisizione nel 1986 da parte dell’Edrington Group, che usò il distillato per i propri blend come The Famous Grouse e Cutty Sark.
La rinascita della distilleria avvenne nel 2008, con l’acquisto da parte dello Scaent Group che decise di rilanciarla distribuendo alcuni imbottigliamenti realizzati con whisky risalenti a prima del 1986: in particolare, un’espressione di 40 anni ricevette molti riconoscimenti e ampia notorietà ai tempi.
L’anno successivo riprese ufficialmente l’attività, con il primo rilascio ufficiale del 2011 preceduto da degli imbottigliamenti per la cui produzione venne seguito lo stesso procedimento dei single malt tranne che per l’invecchiamento (quindi non definibili come whisky).
La Benriach Distilling Company acquisì la distilleria nel 2013.

Il core range di Glenglassaugh si divide in due parti: gli imbottigliamenti economici (tutti NAS: Revival, Evolution e Torfa) e quelli più impegnativi (30 anni, 40 anni e 51 anni).
Ci sono poi le edizioni limitate, al momento cinque: Rare Cask Release, Peated Virgin Oak Finish, Peated Port Wood Finish, Pedro Ximénez Sherry Wood Finish e Port Wood Finish (come si vede, tutti NAS).
Il Torfa (che in norvegese antico sta per, stupore!, torba) di cui parlo oggi è l’unico torbato degli imbottigliamenti principali.

Il colore nel bicchiere è oro pieno.
L’olfatto è molto fresco e dolce, con vaniglia, caramello, melone e un persistente sentore erbaceo. La torba è poco più di un etereo sbuffo di fumo che si attorciglia agli aromi, più marino che carnoso (il Bevitore Raffinato nella sua recensione riportata più avanti parla di “aringhe affumicate”, e direi che rende l’idea).
Al palato si sente molto la giovinezza del malto, a tratti quasi stucchevole, non fosse che l’alcol spezzi il tono dando la spinta alla torba minerale, accompagnata ancora da caramello e frutta matura. Un tocco di pepe e zenzero ravvivano il gusto, che rimane comunque sempre molto fresco e gradevole, alternando dolcezza e salinità in modo abbastanza bilanciato. Per essere un torbato, devo dire che di fumo qui ce n’è poco, siamo più su un prato prospiciente l’oceano a sbocconcellare un melone maturo, cercando qualcuno che abbia da accendere.
Ed evidentemente alla fine l’abbiamo trovato, perché nel finale ecco che arriva un po’ di cenere con frutta e un tocco di zenzero, mediamente lungo.

Questo Torfa non esalta ma nemmeno delude: un whisky gradevole, dalla bevuta morbida e piacevole, approcciabile in particolare da chi non ama i gusti forti, specie in tema di torbati.

Le recensioni degli altri:
Il bevitore raffinato
The Whiskey Reviewer (inglese)
Peated Perfection (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: