fbpx
Compass Box Notizie sul whisky Scozia

Cambio di maggioranza per Compass Box

Un'acquisizione in vista di un rilancio?

Il mondo del whisky muove ingenti capitali, non c’è quindi da stupirsi che ci possano essere “grandi manovre finanziarie” che coinvolgano non solo le grandi multinazionali.

È notizia di questi giorni che la Cælum Capital Limited (“consulente strategico indipendente e investitore attivista, focalizzato sull’Europa sudorientale e altri mercati emergenti”, con interessi specie nel mercato delle bevande premium) abbia acquisito la maggioranza di Compass Box, il noto imbottigliatore indipendente con base a Londra.

Fondata da Manish Rungta, ex dirigente Diageo, Cælum Capital Limited ha inserito Maurice Doyle (con una trentennale esperienza di marketing e leadership esecutiva nel settore globale delle bevande alcoliche) come nuovo CEO dell’azienda, mettendolo al fianco del fondatore John Glaser.
L’intenzione, nelle parole dell’azienda, è quella di “rafforzare il bilancio, accrescere l’inventario e costruire impianti di produzione. Cælum contribuirà a facilitare l’ambizione di Compass Box di fornire più opportunità di esplorare, sperimentare e innovare, con la curiosità e la creatività come principi guida”.

Un’operazione finanziaria probabilmente intesa a foraggiare l’azienda di nuovi capitali in vista di un rilancio aggressivo sul mercato: vedremo che vantaggi porterà per noi appassionati!

2 commenti

  1. Non vorrei essere eccessivamente pessimista, ma credo che la qualità dei distillati prodotti da Compass Box sia destinata ad abbassarsi.

    1. Non necessariamente, ma forse Compass Box aveva bisogno di liquidità e si è (di fatto) fatta comprare. Dipende quanta lungimiranza avranno i nuovi proprietari nel lasciare mano libera a Glaser.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: