fbpx
Ardbeg Isola di Islay Scozia Whisky dai 200 euro in su

Ardbeg Airigh Nam Beist 2008

Recensione di un vintage di Ardbeg precedente alla riapertura, uscito nel 2008.

Provenienza: Islay (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 46%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Moet Hennessy
Prezzo indicativo: € 490,00
Sito web ufficiale: www.ardbeg.com
Valutazione: 92/100

Terzo (e ultimo) degli imbottigliamenti di questa breve serie di oltre un decennio fa, che recuperava botti riempite durante la precedente gestione della distilleria, tutte provenienti dall’annata 1990.
Una bottiglia all’anno, a invecchiamento quindi crescente, con un sedici anni (di cui già ho parlato), un diciassette anni (presto su queste pagine) e questo diciotto anni.
L’invecchiamento viene dichiarato “in quercia”, si può presumere sia ex bourbon.

Permettetemi però una breve digressione, a proposito della degustazione del whisky.
Il whisky è un distillato vivo, cangiante, che se pure non prosegue l’invecchiamento in bottiglia, subisce comunque delle modifiche nel tempo, specialmente dopo essere stato esposto la prima volta all’aria.
Per questo motivo, per farsi un’idea davvero completa, andrebbe bevuto in momenti diversi, a una certa distanza (anche importante) tra loro, prendendo in considerazione anche altri fattori come l’ambiente in cui ci si trova, il proprio stato d’animo, l’approccio generale al bicchiere… il whisky è materia viva, e come tale crea un rapporto unico con chi lo beve.
In questo senso, provare un whisky da un solo campione, spesso pari a un singolo dram, è un’esperienza giocoforza limitata (e limitante), che può giusto dare un’idea di cosa si abbia di fronte, senza poterla approfondire.
E quindi, perché scrivere le proprie impressioni, addirittura in un blog?
Perché le nostre, come abbiamo sempre detto, non sono recensioni o giudizi, ma, appunto, solamente impressioni, condivise come si farebbe tra amici, e come tali vanno prese: uno spunto, un’idea, una curiosità, magari per ispirare un assaggio a propria volta.
Nulla di più.

Note di degustazione

Al naso, la torba è un impasto medicinale e salmastro, con giusto quel tocco di asfalto (l’inquinamento ai tempi era già un problema!) per renderlo leggermente acre. Olive in salamoia, aringhe affumicate, frutta grigliata (fette di ananas, meglio che sulla pizza, e agrumi), bacche di ginepro, rosmarino. Fondo più dolce, di crema catalana e tabacco da pipa, con un ricordo di humidor. Un equilibrio da manuale.
Peperino e vivace all’ingresso in bocca, esprime maggiormente la parte salina e tostata ma senza travolgere i sensi, grazie anche a un apporto maggiore della componente fruttata e dolce che compensa l’assalto torbato. Agrumi (arancia rossa e limone), liquirizia, cioccolato al latte, un pizzico di coriandolo, biscotti al burro. Forte eppure morbido, ruvido eppure gentile. Straordinario!
Finale lungo, molto salino, di barbecue spento, agrumi, humidor, rosmarino.

Un pezzo di storia quasi commovente, un’accordo di toni aspri e dolci, di musica tonante e di melodie leggere, che trascina e seduce, promettendo infinite sinfonie.
A poterla avere, una bottiglia…

Un’altra prospettiva:
Whisky Facile

Recensioni di whisky da Ardbeg nel blog:
Ardbeg 8yo For Discussion
Ardbeg 10yo
Ardbeg Airigh Nam Beist 2007
Ardbeg An Oa
Ardbeg Arrrrrrrdbeg (Commitee Members Release)
Ardbeg Auriverdes
Ardbeg Blaaack (Committee Members Release)
Ardbeg Blaaack Limited Edition
Ardbeg Blasda
Ardbeg Corryvreckan
Ardbeg Dark Cove
Ardbeg Drum (Committee Members Release)
Ardbeg Galileo
Ardbeg Grooves
Ardbeg Kelpie
Ardbeg Kildalton
Ardbeg Rollercoaster
Ardbeg Scorch
Ardbeg Supernova SN2019
Ardbeg Traigh Bhan 19yo Batch 1
Ardbeg Traigh Bhan 19yo Batch 2
Ardbeg Uigeadail
Ardbeg Wee Beastie 5yo
Old Malt Cask Ardbeg 1991 (13yo)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: