fbpx
Jim Beam USA

Basil Hayden’s Kentucky Straight Bourbon

Recensione del bourbon ad alta concentrazione di segale di Jim Beam.

Provenienza: Kentucky (USA)
Tipologia: Kentucky Straight Bourbon
Gradazione: 40%
Botti di invecchiamento: Vergini americane tostate
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Jim Beam (Beam Suntory)
Prezzo indicativo: € 40,00
Sito web ufficiale: https://www.knobcreek.com/
Valutazione: 72/100

Dopo il noto Knob Creek, mi trovo con una bottiglia di bourbon dell’ampia famiglia Jim Bean che da relativamente poco tempo ha iniziato a fare capolino anche nei nostri supermercati.
Nato nel 1992, porta un nome che richiama quello del distillatore Meredith Basil Hayden Sr. che, sul finire del diciottesimo secolo, realizzava un bourbon con un’alta concentrazione di segale cui i produttori odierni si sono ispirati recuperando la ricetta originale, composta al 63% da mais, al 27% da segale e al 10% da orzo maltato.
Ai tempi, la tradizione proseguì grazie al nipote Raymond che fondò una distilleria nella contea di Nelson producendo un whiskey chiamato Old Grand Dad, proprio in onore del nonno.

Parte di una linea composta da quattro whiskey “small batch” (ricordiamo che questa dicitura, che indicherebbe una produzione a quantità limitata, perde un po’ di significato quando applicata alla grande distribuzione), questo Basil Hayden’s inizialmente aveva un’età dichiarata di 8 anni, persa poi nel 2014.
Sotto questa etichetta oggi si trovano anche altre espressioni: il Dark Rye, il 10yo Rye, il 10yo Bourbon e il Caribbean Reserve Rye.

Note di degustazione

Ottone nel bicchiere.
Al naso è piuttosto leggero, con le spezie del legno che dominano sulle componenti più morbide del whiskey declinate in pesca matura, sciroppo d’acero, vaniglia, liquirizia dolce, spruzzatina di limone. Cuoio. L’insieme presenta un equilibrio funzionale, ma la bassa gradazione lo rende poco incisivo.
E anche in bocca si conferma di corpo sottile, con gli aromi che tendono a fuggire rapidamente dopo ogni sorso lasciando solo una scia alcolica e legnosa. Spezie del legno, vaniglia, caramello, leggera nota di tabacco, cuoio. Gradevole ma sfuggente.
Finale breve e secco di legno, caramello, cuoio.

Le potenzialità al naso ci sono, facendo presumere che qualche grado alcolico in più avrebbe reso questo bourbon molto più interessante, mentre così è giusto piacevole ma dimenticabile, e non lascia alcuna traccia di sé.

Recensioni di whiskey da Jim Beam nel blog:
Knob Creek 100 Proof

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: