fbpx
Highlands Old Pulteney Scozia

Old Pulteney 12yo

Recensione del whisky marittimo delle Highlands.

Provenienza: Highlands (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 40%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon
Filtrato a freddo:
Colorazione aggiuntiva:
Proprietà: Inver House Distillers
Prezzo: € 43,00 su Whisky Italy
Sito web ufficiale: www.oldpulteney.com
Valutazione: 83/100

Fondata nel 1826 in onore di Sir William Pulteney, da cui prende il nome il borgo della città di Wick, ricordando così la sua attività filantropica con i soldi ottenuti sfruttando gli schiavi in America, Pulteney è stata per molto tempo la distilleria più a nord della Scozia, accessibile solo via mare. La sua nascita è una conseguenza della crescita esponenziale della popolazione in quella zona, data la posizione favorevole alla pesca e al commercio delle aringhe.
La famiglia fondatrice, gli Henderson, già distillatori per vie non esattamente legali, mantiene la proprietà fino agli anni ’20 del secolo successivo, per poi cederla alla John Dewar & Sons.
Il crollo del mercato nel decennio successivo porta alla chiusura dell’attività, già messa in difficoltà dal bando dell’alcol nella cittadina, e riapre nel 1951 (a quattro anni di distanza dalla fine del bando) grazie a Robert Cumming, che la detiene però per poco tempo cedendola, assieme a Balblair, a Hiram Walker pochi anni dopo.
Altri passaggi di mano fino all’attuale proprietà che la acquisisce nel 1995, sottoponendo la distilleria a un radicale restauro pur nel rispetto delle sue peculiarità.

Il portafoglio base di Old Pulteney comprende quattro invecchiamenti dichiarati (12, 15, 18 e 25 anni) e un NAS, Huddart.
Diverse le edizioni limitate con vintage importanti e i classici travel retail, oltre a un liquore di whisky chiamato Stroma.
Grazie a Compagnia dei Caraibi per la gentile bottiglia.

Note di degustazione

Pesche mature e albicocche si fanno strada per prime, marcando l’anima preminentemente fruttata dell’olfatto, seguite da banana matura, miele, vaniglia e un tocco di arancia. Biscotti ai cereali e burro si fondono nelle retrovie, assieme a una piacevole nota cerosa. Leggera sferzata metallica. Dolce ma non stucchevole.
Il calore del malto accarezza il palato, con una punta speziata e peperina insolita per una gradazione così bassa. L’anima costiera si rivela in tutta la sua sapidità, mentre i toni dolci restano piuttosto domi nella forma di biscotti ai cereali con marmellata di arance amare e pesca, caramello (salato) e un leggero sbuffo di fumo. Legno in sottofondo e pizzico di limone. Leggero ma tutt’altro che etereo.
Finale mediamente lungo di sale, arance, spezie, malto, legno.

Il classico whisky base che però offre personalità e spessore, certo non complesso o stratificato ma l’influenza del territorio di distillazione si sente abbastanza da non renderlo trascurabile, regalando anche piccole sorprese.

Recensioni di whisky da Old Pulteney nel blog;
Verticale di Càrn Mòr 2021

Un’altra prospettiva:
Non solo whisky

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: