fbpx
Irlanda Kilbeggan Whisky dai 50 ai 100 euro

Kilbeggan Single Pot Still

Ricetta classica per un whiskey irlandese fatto come una volta.

Provenienza: Kilbeggan (Irlanda)
Tipologia: Single Pot Still Whiskey
Gradazione: 43%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon
Filtrato a freddo: 
Colorazione aggiuntiva: 
Proprietà: Beam Suntory
Prezzo indicativo: € 50,00
Sito web ufficiale: www.kilbegganwhiskey.com 
Valutazione: 82/100

La licenza di distillazione concessa alla futura Kilbeggan risale al 1757, con tanto di copia esposta in distilleria, a nome di Matthew MacManus, della cui attività esiste in realtà scarsa documentazione, tanto che si pensa abbia iniziato a distillare altrove.
La produzione è piuttosto ampia per l’epoca, e con la nuova proprietà di John Locke (Lost non c’entra) diventa ancora più florida a partire dal 1843, con una particolare attenzione nei confronti dei dipendenti cui fornisce anche alloggi in affitto o tramite un sistema favorevole di prestiti.
Locke era talmente ben amato in paese che quando nel 1866 si ruppe in modo irreparabile uno dei boiler della distilleria, la popolazione di Kilbeggan fece una colletta per acquistarne uno nuovo.
Condividendo il triste destino di tante altre distillerie irlandesi, all’inizio del ventesimo secolo iniziò il declino, portando a un primo stop alla produzione tra il 1924 e il 1931, che pur riprendendo negli anni successivi non è sufficiente per garantire solidità all’azienda, tanto che gli eredi di Locke decidono di metterla in vendita nel 1947, venendo coinvolti in uno scandalo finanziario che arriva fino al parlamento irlandese! Mancata la cessione, la produzione continua con difficoltà fino a dover terminare definitamente, per accumulo di debiti e una tassazione insostenibile, nel 1953.
Vari passaggi di mano successivi portano allo smantellamento della distilleria, dovendo attendere l’acquisto da parte di Cooley (oggi di Beam Suntory) nel 1987 per il rilancio dell’etichetta, iniziando gli interventi per far ripartire la produzione in quello che, nel frattempo, era diventato un museo.
La prima distillazione avviene nel 2007, alla presenza dei discendenti dei principali proprietari storici della distilleria.

Non sono molte le espressioni proposte da Kilbeggan, che partono dal classico Kilbeggan affiancato dallo Small Batch Rye, Single Grain e questo Single Pot Still, whiskey realizzato con un mix di orzo maltato e non cui è stato aggiunto il 2,5% di avena, seguendo un’antica ricetta della fine dell’800.

Note di degustazione

Oro chiaro nel bicchiere.
Al naso si presenta con un sentore caseario, di latticello, accompagnato da mela verde, albicocca, vaniglia, arancia bionda, fiori di tiglio e cereali bagnati. Fondo erbaceo su cui si presenta anche una lieve tonalità salmastra. Curioso.
All’imbocco si presenta con un leggero tocco metallico che svanisce rapidamente (ma tende a ripresentarsi a ogni sorso), con una buona corposità su sentori piuttosto freschi ed erbacei, di pera, limone, cereali, vaniglia, mandorla, marmellata di albicocca, impasto di pane. Note di noce moscata. Ancora una nota salata, più pronunciata che all’olfatto.
Finale mediamente lungo e sapido, secco, di cereali, pera, vaniglia, legno.

Un irlandese davvero insolito e affascinante, che spingerebbe pericolosamente alla lunga bevuta non fosse per alcune screziature che disturbano un po’ l’equilibrio dei sapori. Resta comunque un’espressione originale e interessante nel panorama del whiskey irlandese contemporaneo, sicuramente da provare.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: