fbpx
Imbottigliatori indipendenti Isola di Jura Jura Liquid Treasures Scozia Whisky dai 50 ai 100 euro

Liquid Treasures Isle of Jura 28yo

Recensione di un single cask da un imbottigliatore tedesco.

Provenienza: Jura (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 49,7%
Botte di invecchiamento: Ex bourbon barrel
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: eSpirits Whisky Limburg
Prezzo indicativo: € 89,00
Sito web ufficiale: www.liquid-treasures.com 
Valutazione: 88/100

Introduciamo nel blog un altro imbottigliatore indipendente, proveniente dalla Germania, nato poco più di dieci anni fa per iniziativa del negozio online eSpirits Whisky.
Sotto queste etichette dalle illustrazioni molto suggestive si possono trovare sia rum che whisky, e di questi ultimi sono state realizzate sin qui circa un centinaio di uscite, che hanno trovato sbocco anche nella nostra Penisola grazie a Whisky Shop.
E quale modo migliore di avvicinarsi a un indipendente se non con un single cask proveniente da una distilleria controversa come Jura, che non ha mai fatto davvero breccia nel cuore degli appassionati (compreso il mio).
Botte singola ex bourbon, a grado pieno, con un distillato del 1992 messo in 98 bottiglie nel 2020 (e, nonostante questo, a un prezzo direi molto abbordabile), parte della serie Living World.
Di recente è uscito un altro single cask, nella serie Retrò, con un whisky di dodici anni sempre da ex bourbon.

Note di degustazione

Concedendo il giusto tempo a riposare nel bicchiere, l’iniziale venatura metallica perde forza per fare spazio a un naso più morbido quand’anche con qualche asperità. Pera, ananas, marzapane, legno laccato, limone, caramello, latte acido, un accenno di cera d’api: non esattamente il più piacione dei profili, ma con una personalità decisa e interessante. Nel tempo, si fa più caldo e avvolgente, con una notevole persistenza.
Una volta raggiunto il palato, una generosa speziatura (pepe nero e cannella) accompagna un corpo pieno e ancora poco propenso alla compiacenza: frutta tropicale, pera e caramello si intrecciano con anice, radice di liquirizia, mandorla e toni balsamici accentuati, e torna quell’idea di latte andato a male che detta così può sembrare sgradevole ma ha un suo perché. Propoli.
Finale non lunghissimo e amarotico, di spezie, glassa di zucchero, propoli, tabacco.

Di certo non ci si annoia con questo whisky, che mantiene alta l’attenzione con un carattere eccentrico e spiccato che non lascia indifferenti. Perché quando ci si diverte, è impossibile restare impassibili.

Recensioni di whisky da Jura nel blog

Un’altra prospettiva:
Whisky Facile

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: