fbpx
Cooley Irlanda Whisky dai 50 ai 100 euro

Connemara 12yo

Recensione della versione più invecchiata nel noto torbato irlandese

Provenienza: Dublino (Irlanda)
Tipologia: Single Malt Irish Whiskey
Gradazione: 40%
Botte di invecchiamento: Ex bourbon
Filtrato a freddo:
Colorazione aggiuntiva:
Proprietà: Beam Suntory
Prezzo: € 76,00 su WhiskyItaly
Sito web ufficiale: www.connemarawhiskey.com
Valutazione: 76/100

Meno noto della sua controparte senza dichiarazione d’età, questo imbottigliamento è il secondo del ridotto portafoglio fisso che Cooley ha dedicato all’etichetta, accompagnato dalla versione a grado pieno.
Doppia distillazione invece dalla consueta tripla irlandese, (purtroppo) alla gradazione minima e senza indicazioni precise sulle botti utilizzate (che si possono presumere ex bourbon), il Connemara è stato il primo whiskey torbato dell’Isola di giada, versione ormai sdoganata da diverse altre distillerie.

Note di degustazione

Al naso si presenta con una fumosità chimica, di plastica bruciata, che magari avrà i suoi estimatori, ma che per me non è proprio un ottimo inizio. Il profilo è molto vegetale ed erbaceo, con cetrioli, erba tagliata (e un po’ bruciata) e rape bollite, cui si uniscono note meno energiche di miele, limone, mandorle. Canfora. Non si può dire che manchi di originalità.
Esile ma non troppo, in bocca ripropone la torba vegetale in una veste meno artificiosa e più accondiscendente, dove emergono malto tostato, frutta (mela cotta, pera, ananas), cannella, vaniglia, scorza di arancia, goccia di limone, mandorle. Spruzzata di pepe nero e un’impressione di liquirizia. In lunghezza, il fumo torna a presentarsi acre e chimico.
Finale non molto lungo, erbaceo e secco, di cenere, mela, mandorle, cannella, limone.

Sarebbe ingiusto fare paragoni con la torba di Islay, è un whiskey che mostra una propria personalità anche se con tratti alquanto “industriali”, con quelle note un po’ scentrate che ne disturbano l’equilibrio, che in un whiskey a così bassa gradazione è peccato grave. Presenta aspetti curiosi, e di certo trova i suoi estimatori, ma per me è da un lato troppo esile, dall’altro troppo sbilanciato per farmene desiderare un altro sorso.

Recensioni di whiskey da Cooley nel blog:
Connemara Original

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: