fbpx
Auchroisk Douglas Laing & Co. Imbottigliatori indipendenti Scozia Speyside Whisky dai 50 ai 100 euro

Old Particular Auchroisk 18yo

Recensione di un single cask di Douglas Laing

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 48,4%
Botte di invecchiamento: Ex bourbon hogshead refill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Douglas Laing & Co.
Prezzo indicativo: € 90,00
Sito web ufficiale: www.douglaslaing.com
Valutazione: 87/100

Un altro single cask realizzato da Douglas Laing, scelto da una distilleria di cui non si sente molto parlare.
Fondata nel 1972 nelle vicinanze di una fonte d’acqua, il Dorie’s Well, scoperta non molto tempo prima da Justerini & Brooks che la utilizzò per sperimentare con un distillato di Glen Spey. Soddisfatti del risultato, costruirono quindi Auchroisk che iniziò la produzione nel 1974, con il whisky utilizzato per il noto blended J&B.
Bisogna aspettare quattro anni per il primo imbottigliamento ufficiale, che cambia nome in The Singleton nel 1986 per evitare orrori di pronuncia, salvo poi tornare sui propri passi (siamo ormai sotto la gestione Diageo) facendo uscire, nel 2001, il primo Auchroisk in versione Flora&Fauna, cui seguiranno rare edizioni speciali.
Una delle tante distillerie che lavorano per foraggiare i blended delle case madri, ma che grazie ai molti imbottigliatori indipendenti riesce comunque a brillare di luca propria.

Ed ecco quindi questa versione single cask di Douglas Laing, alla gradazione fissa del 48,4% com’è uso per gli invecchiamenti di questa categoria nella serie Old Particular, con un distillato di agosto del 2000 che ha riempito 297 bottiglie a settembre del 2018.
Ne esiste un’altra versione, antecedente ma in tutto simile, con distillato del 1994 imbottigliato nel 2013.
Grazie a Leonardo per il generoso campione.

Note di degustazione

All’olfatto si presenta carico di frutta secca (mandorle, noci), piacevolmente oleoso e con tocchi di cera molto morbidi. Ed è proprio la morbidezza, la setosità a fare da tratto distintivo agli aromi, con vaniglia, soffio di cannella, pesca, miele e un leggero strato erbaceo di fondo, dalle evocazioni balsamiche. Elegante.
In bocca accompagna una lieve ma decisa carica speziata (pepe, cannella) a un corpo pieno, oleoso e maggiormente fruttato, di mela, pesca, ananas e albicocca, con ancora una forte presenza di frutta secca e un tocco di anice. Miele, vaniglia, impressione di tabacco e un tocco di malto.
Finale abbastanza lungo con pennellate balsamiche su malto, frutta secca, mela, cannella.

Un whisky elegante, che non scalcia e strepita ma scivola nei sensi con ferma compostezza e sinuosità, rotondo e morbido.
Bevuta piacevolissima e rilassante.

Altri imbottigliamenti da Douglas Laing nel blog:
Big Peat 10yo
Big Peat 33yo Cognac & Sherry Finish
Big Peat Christmas Edition 2020
Big Peat Small Batch
Old Malt Cask Ardbeg 1991 (13yo)
Old Particular The Christimas Edition 2005
Rock Island
Scalliwag
Timorous Beastie 12yo
Timorous Beastie 18yo The Winter Edition

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: