fbpx
Glen Moray Scozia Speyside Whisky dai 100 ai 200 euro

Glen Moray 18yo

Recensione del diciottenne della distilleria dello Speyside.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 47,2%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon first fill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: La Martiniquaise
Prezzo: € 127,50 su Aquavitae
Sito web ufficiale: www.glenmoray.com
Valutazione: 78/100

Dopo tanto tempo si torna a Elgin, a esplorare un altro pezzo della Heritage Collection di Glen Moray, distilleria dello Speyside che sicuramente non rientra tra le più cool del settore.
Pensata come una serie rappresentativa del whisky da loro prodotto, nelle sue cinque espressioni intende proporre bottiglie a prezzo accessibile pur restando nella fascia premium.
Quanto spesso si sente utilizzare questo termine, premium, senza che in realtà nessuno abbia davvero idea di cosa significhi: whisky di fascia alta? Whisky di qualità alta? Whisky a bassa tiratura?
Di fatto il termine viene adoperato un po’ a caso (tecnicamente si dice a cazzo di cane, potete anche riutilizzarlo se volete), più che altro per dare un tono all’imbottigliamento e giustificarne in qualche modo il prezzo.

In questo caso, Glen Moray sfrutta l’etichetta per sottolineare come offra malti di livello a prezzi popolari, anche se stare oltre i cento euro per il 18 anni di una distilleria non particolarmente nota, non mi pare proprio centrare l’obiettivo. La confezione, bisogna ammetterlo, va oltre il solito box di cartoncino e offre un packaging effettivamente più ricercato.
Rispetto ai tre invecchiamenti inferiori, questa volta la gradazione è superiore al minimo.

Note di degustazione

Oro pieno nel bicchiere.
Olfatto ruvidamente dolce con noce moscata, fichi secchi, albicocca e arancia candita, brioche al burro, mela cotta, miele, un accenno di limone. Zucchero di canna caramellato e lucido per legno. Sullo sfondo, un soffio di aria di mare. Attraente.
Biscotti al malto e frutta si presentano al palato, riflettendo le tonalità dell’olfatto pur con un certo disordine alcolico, che si fa sentire più del dovuto, assieme a noci, cioccolato, noce moscata, uvetta, marmellata d’arancia. Ancora una punta salina e, sulla lunghezza, una nota amara di fondo.
Finale mediamente lungo e secco, sapido, con nocciola, noce moscata, biscotto.

Un whisky poco incisivo, che segue percorsi risaputi con qualche svarione, in una bevuta tutto sommato noiosa e a tratti non proprio gradevole.

Recensioni di whisky da Glen Moray nel blog:
Glen Moray 15yo

Un’altra prospettiva:
WhiskyFacile

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: