fbpx
Blended scozzesi Imbottigliatori indipendenti Murray McDavid Scozia Whisky dai 50 ai 100 euro

Murray McDavid Peatside 7yo

Recensione di un blended che unisce single malt torbati dalla Scozia.

Provenienza: Scozia
Tipologia: Blended Malt Scotch Whisky
Gradazione: 50%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon hogshead ed ex porto barrique first fill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Aceo Ltd.
Prezzo: € 65,00 su Whisky Italy
Sito web ufficiale: www.murray-mcdavid.com
Valutazione: 87/100

Dopo molto tempo ritorno sull’imbottigliatore Murray McDavid e i suoi blended, che fin qui si sono sempre confermati di altissimo valore.
Parte della serie The Vatting, composta dall’unione (vatting, appunto) di single malt da varie zone della Scozia, questo imbottigliamento nasce dal matrimonio di quattro botti tra bourbon hogshead e barrique di porto di primo riempimento, producendo due botti complessive con cui sono state riempite 786 bottiglie.
Malti torbati del 2011 imbottigliati nel 2019, per sette anni di invecchiamento complessivi usando whisky di provenienza non dichiarata.
I torbati molto giovani sono un po’ rischiosi, ma il whisky sa sempre regalare sorprese.

Note di degustazione

Al naso la torba si presenta vegetale e con una spiccata nota salmastra, da grigliata di pesce e ostriche fresche, accompagnate da olive in salamoia, frutta (ananas, pesca, albicocca secca, lamponi), arancia candita, liquirizia, bergamotto. Cannella e caramello completano il profilo, con le note fumose ammansite dalla dolcezza del porto.
In bocca aumenta la carica speziata, frizzantina e pungente, con un corpo pieno che preme sui toni fruttati e dolci (caramello e canditi emergono con forza) a discapito della parte costiera del whisky. Maggiore incidenza del fumo, dalle tonalità boschive, che trascina una piacevole nota balsamica, quasi mentolata. L’impressione di frutta cotta, quasi da composta (frutti rossi principalmente), è dominante ma ben bilanciata dalla torba.
Finale abbastanza lungo e secco, con leggeri tocchi salini su caramello, cannella, frutti rossi e fumo.

Piacevole connubio di porto e torba, dove il vino fortificato spinge con la propria esuberanza a rischio di travolgere le impressioni, riuscendo però a mantenersi su un equilibrio (precario) che funziona e intrattiene. Un invecchiamento più importante farebbe probabilmente faville, ma non ci si può proprio lamentare.

Recensioni di whisky da Murray McDavid nel blog:
Murray McDavid Air Leth
Murray McDavid Glenburgie 1995
Murray McDavid Rìgh Seumas II
Murray McDavid The Speysiders Batch 2
Murray McDavid Young & Old 7yo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: