fbpx
Interviste Whisky Week

Road to Whisky Week Treviso: Whisky Club Italia

Parliamo con Claudio Riva, fondatore del Whisky Club Italia

Ormai ci siamo, domani inizia la due giorni all’Opendream della Whisky Week di Treviso, e dopo aver intervistato alcuni degli espositori che troverete ad accogliervi, concludiamo con colui che ha reso tutto questo possibile, la mente (e anche il braccio) dietro a questa edizione come quella di Como, e mille altre iniziative.

Ne parliamo con Claudio Riva, fondatore del più grande club dedicato al whisky in Italia e vera autorità del settore.

Per chi ancora non lo sapesse, spiega brevemente chi c’è dietro la Whisky Week di Treviso.
C’è l’energia dei 17.000 iscritti a Whisky Club Italia, 17.000 persone che ci hanno chiesto di creare un momento di incontro dopo un anno e mezzo di webinar, un loro tentativo disperato di allontanarci dalla webcam dopo i tanti, troppi, incontri solo online.

Il progetto della Whisky Week ha esordito a fine agosto con l’edizione sul Lago di Como, che ha visto una grande partecipazione, e le premesse per i prossimi due giorni sono altrettanto buone: come ti spieghi questo successo?
La Whisky Week di Como era nata come una spensierata giornata di fine estate, in uno dei luoghi più eleganti del bellissimo Lago di Como. Non era nostra intenzione vestirla da festival, ma l’immediata disponibilità di un blocco considerevole di aziende e lo strepitoso numero di partecipanti – tre volte sopra le nostre aspettative – ci ha convinti a dover offrire “qualcosa in più” ai tanti amici arrivati da tutta Italia. Como è stata la scelta più facile, lì è nato Whisky Club Italia quasi 7 anni fa, Treviso la logica conseguenza, visto che il Veneto raccoglie un grande numero di iscritti e di attività. È il successo di un gruppo vivace e curioso.

La pandemia ha portato alla diffusione di tasting e incontri tra operatori e appassionati online: una modalità ormai acquisita o una necessità che diventerà superflua?
Acquisita e non estirpabile.
Whisky Club Italia ha fatto il suo esordio online già nel lontano 2016 e ha saputo interpretare la didattica in modo moderno e convincente. In molti luoghi della lunga penisola non saremmo mai potuti arrivare con eventi in presenza, oggi si è sdoganata la qualità dell’online e tutto è diventato possibile. Diverso il nostro approccio verso i tasting online, li consideriamo significativi solo se davvero esclusivi, e in ogni caso soffrono – molto più dei corsi – della mancata convivialità della presenza.

Ieri Como, domani Treviso… e poi?
E poi si riposa! Usciamo da due anni estremamente diversi rispetto a come li avevamo disegnati, ma abbiamo raddoppiato le attività 2020 su 2019 e stiamo registrando un nuovo raddoppio anche nel 2021, pazzesco. Abbiamo in cantiere per il 2022 almeno altre due edizioni della Whisky Week, porteremo il nostro messaggio sicuramente nel centro e nel sud Italia.

Un motivo per non perdersi la due giorni della Whisky Week di Treviso.
Poter conoscere Serenella di persona! Lei e tutto lo staff hanno messo il 200% delle loro energie in ogni attività, e sapranno accogliere tutti gli amici che verranno a Treviso con il più caldo dei sorrisi. Veri supereroi.

E allora… ci vediamo tutti domani!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: