fbpx
Ardbeg Isola di Islay Scozia Whisky dai 200 euro in su

Ardbeg Kildalton

Recensione dell'imbottigliamento limitato del 2014.

Provenienza: Islay (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 46%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon ed ex sherry first fill e refill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Moet Hennessy
Prezzo indicativo: € 430,00
Sito web ufficiale: www.ardbeg.com
Valutazione: 86/100

Eccomi con uno dei più noti imbottigliamenti passati di Ardbeg, che alla sua uscita nel 2014 fece molto parlare di sé.
Non si tratta dell’unico imbottigliamento dedicato all’omonima croce celtica presente sull’isola (risalente all’VIIIº secolo), dato che dieci anni prima c’erano stati due rilasci, bottiglie contenenti vintage del 1980 e delle miniature con vintage del 1981.
In vendita inizialmente solo in loco, con i proventi in parte destinati a finanziare un’attività benefica, si tratta di uno dei primi tra i molti NAS prodotti in seguito dalla distilleria. Presentato in una confezione particolarmente elegante, è frutto dell’unione di botti di primo e secondo riempimento.
La gradazione non molto alta a suo tempo ha fatto storcere il naso a molti, in un periodo in cui già ci si cominciava a lamentare della “china qualitativa” della distilleria.
E dopo sette anni, ancora se ne parla.

Note di degustazione

Avvicinando il bicchiere al naso, la torba è densa e carnosa, costolette al barbecue con rosmarino e chiodi di garofano, legna bruciata, crema cotta, pesca sciroppata, aghi di pino, cuoio. Un soffio mentolato attraversa gli aromi. Rotondo e pieno, con un’affumicatura marcata ma con equilibrio.
In bocca esordisce con una netta pepatura accompagnata da zenzero e chiodi di garofano, risaltano i sapori più dolci e fruttati di albicocca matura, pesca, vaniglia e marzapane su toni salini e costieri, dove la torba si fa più vegetale e silvana con un tocco di olive in salamoia. Fumo più acre ma che perde intensità, facendo emergere note di arancia rossa e frutti rossi in lunghezza. Accenno di bergamotto.
Finale abbastanza lungo e sapido, di pepe, chiodi di garofano, arancia abbrustolita, caramello bruciato, nota mentolata, limone.

Whisky tutto sommato semplice ma dalla bevuta molto piacevole, ovviamente per gli amanti del genere (e di Ardbeg). Buon equilibrio tra dolce e torba, senza che ci sia una spinta eccessiva da parte di entrambi.

Recensioni di whisky da Ardbeg nel blog:
Ardbeg 8yo For Discussion
Ardbeg 10yo
Ardbeg Airigh Nam Beist 2007
Ardbeg Airigh Nam Beist 2008
Ardbeg An Oa
Ardbeg Arrrrrrrdbeg (Commitee Members Release)
Ardbeg Auriverdes
Ardbeg Blaaack (Committee Members Release)
Ardbeg Blaaack Limited Edition
Ardbeg Blasda
Ardbeg Corryvreckan
Ardbeg Dark Cove
Ardbeg Drum (Committee Members Release)
Ardbeg Galileo
Ardbeg Grooves
Ardbeg Kelpie
Ardbeg Rollercoaster
Ardbeg Scorch
Ardbeg Supernova SN2019
Ardbeg Traigh Bhan 19yo Batch 1
Ardbeg Traigh Bhan 19yo Batch 2
Ardbeg Uigeadail
Ardbeg Wee Beastie 5yo
Old Malt Cask Ardbeg 1991 (13yo)

Un’altra prospettiva:
Il Bevitore Raffinato

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: