fbpx
Bowmore Dramfool Imbottigliatori indipendenti Isola di Islay Scozia Whisky dai 100 ai 200 euro

Dramfool Bowmore 21yo

Recensione di un single cask di Bowmore.

Provenienza: Islay (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 52,9%
Botte di invecchiamento: Ex bourbon refill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Dramfool
Prezzo indicativo: € 150,00
Sito web ufficiale: dramfool.com/
Valutazione: 84/100

Non capita spesso di trovarsi con un imbottigliamento indipendente di Bowmore, specie con un’età importante, come quello di oggi.
Prodotta dallo scozzese Dramfool e merito del suo fondatore, Bruce Farquhar, questa bottiglia, ormai difficile da reperire, proviene da una botte riempita a settembre del 1996 e messa in 299 bottiglie a maggio del 2018, a grado pieno e al naturale.

Leggenda vuole che i Bowmore prodotti tra gli anni ’80 e gli inizi del decennio successivo soffrano di una patologia denominata FWP (acronimo per French Whore Perfume, ovvero un delicatissimo “profumo da zoccole francesi”), ovvero la tendenza a evocare aromi floreali artificiali, in particolare lavanda, caratteristica persa più o meno nel periodo da cui proviene questo distillato.

Note di degustazione

Giallo paglierino nel bicchiere.
Un naso freschissimo, da passeggiata al mattino presto in riva all’oceano, frizzantino e con una pungente mineralità, che alla frutta fresca (pesca, mela, pera, ananas) abbina una delicata vaniglia, miele, goccia di limone, ostriche, leggera nota di salamoia. La torba è un refolo di fumo distante, una carezza delicata.
In bocca riprende la tematica dell’olfatto con più decisione, complice una pepatura iniziale piuttosto marcata che introduce un animo più agrumato (limone e arancia bionda), con le componenti dolci messe in sordina rispetto alle note minerali e soprattutto salate, che qui la fanno da padrone. Nota acidula e amarognola in lunghezza, con la torba sempre a fare da sfondo senza incidere troppo.
Finale abbastanza lungo e secco, amarotico, di fumo, limone, sale, mandorla.

Più interessante al naso che in bocca, mostra una personalità difficile da trovare in tanti imbottigliamenti originali, e anche se non esibisce particolari eccellenze, desta sufficiente interesse per farsi bere con una certa attenzione.

Recensioni di whisky da Bowmore

Recensioni di whisky da Dramfool nel blog:
Dramfool Ben Nevis 1996
Dramfool Carsebridge 1976
Dramfool Cola Ali 4
Dramfool Cola Ali 5
Dramfool Invergordon 31yo
Dramfool Malt Can Heal
Dramfool North British 30yo
Dramfool Sly Lichen 10yo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: