fbpx
Dràm Mòr Dumbarton Imbottigliatori indipendenti Lowland Scozia Whisky dai 100 ai 200 euro

Dràm Mòr Dumbarton 2000 20yo

Recensione di un single grain da botte singola di una distilleria ormai chiusa da tempo.

Provenienza: Lowlands (Scozia)
Tipologia: Single Grain Scotch Whisky
Gradazione: 52%
Botte di invecchiamento: Ex bourbon hogshead refill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Dram Mor Group
Prezzo indicativo: € 120,00
Sito web ufficiale: drammorgroup.com
Valutazione: 83/100

Unico single grain di questa release primaverile dell’imbottigliatore scozzese, con la scelta di una distilleria molto vicina geograficamente (quando era attiva).
Dumbarton nasce nel 1938 per sopperire alla mancanza di single grain da inserire nel noto blended Ballantine’s, allora di proprietà di Hiram Walker, stabilendosi all’epoca come la più grande produttrice del distillato.
Usando colonne di distillazione in acciaio in stile americano, Dumbarton decide di abbandonare il diffusissimo Coffey still, e viene affiancata da un’altra distilleria, Inverleven, che produce invece whisky di malto sempre da convogliare nel blended.
Nel 1988 Hiram Walker viene ceduta ad Allied Lyons, che appena tre anni dopo chiude Inverleven e nel 2002 Dumbarton, in seguito demolita.
Una curiosità: a guardia dei magazzini della distilleria, nel 1959 vennero introdotte un centinaio di oche bianche, chiamate Scotch Watch, che divennero anche un’attrazione turistica. Le oche rimasero nella zona anche dopo la chiusura, con le sette sopravvissute infine spostate dieci anni dopo a Glasgow Green.

206 bottiglie da una hogshead ex bourbon refill, come sempre a grado pieno e senza filtrazione a freddo o coloranti aggiunti.

Note di degustazione

Parte un po’ chiuso al naso, con tonalità lievemente erbacee e una leggera speziatura che introducono mela verde, banana, cocco, vaniglia, chicchi di caffè tostati, tabacco. Zest di limone. È tutto molto soave, quasi etereo, gli aromi emergono pigramente senza mai essere impattanti. Timido.
In bocca appare più deciso, la gradazione spinge una spruzzata di pepe e zenzero su frutta croccante (mela, cocco), tartelletta alla frutta, buccia di limone, lieve soffio balsamico. Leggera persistenza del legno in lunghezza.
Finale medio-lungo e speziato con limone, mela, vaniglia, leggero tocco salino.

Difficile trovare, almeno per me, un single grain che stupisca davvero. Qui siamo dalle parti di una bevuta solida, che manca forse un po’ di incisività, ma che si presenta piacevole e con una buona bevibilità. Considerando che ci si trova nel bicchiere un pezzo di storia che non tornerà più, il valore dell’esperienza acquista un fascino diverso.

Recensioni di whisky da Dràm Mòr nel blog:
Dràm Mòr Aberlour 7yo
Dràm Mòr Ben Nevis 2012 9yo
Dràm Mòr Ben Nevis 2012 9yo
Dràm Mòr Dalmunach 2016 5yo
Dràm Mòr Glen Garioch 8yo
Dràm Mòr Glenrothes 9yo Moscatel Finish
Dràm Mòr Glenrothes 9yo Spanish Red Wine Finish
Dràm Mòr Inchfad 2007 14yo
Dràm Mòr Linkwood 10yo
Dràm Mòr Macduff 2008 13yo
Dràm Mòr Secret Orkney 2008 13yo ex Rum
Dràm Mòr Tomintoul 15yo
Dràm Mòr Tullibardine 5yo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: