fbpx
Ben Nevis Dràm Mòr Highlands Imbottigliatori indipendenti Scozia Whisky dai 50 ai 100 euro

Dràm Mòr Ben Nevis 2012 9yo

Recensione di un single cask di Ben Nevis affinato in sherry

Provenienza: Highlands (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 53%
Botte di invecchiamento: Ex bourbon refill ed ex sherry first fill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Dram Mor Group
Prezzo indicativo: € 75,00
Sito web ufficiale: drammorgroup.com
Valutazione: 88/100

Anche se da qualche giorno siamo ufficialmente in estate, eccomi a parlare della release primaverile di Dràm Mòr, giovane imbottigliatore scozzese che ha già avuto modo di deliziare il mio palato (e quello di parecchi altri).
Sette imbottigliamenti in tutto distribuiti a partire da maggio, che spaziano un po’ per tutta la Scozia proponendo profili diversi tra loro, tra cui molti sulla carta davvero interessanti.
Grazie a Viktorija Macdonald avrò modo di provarne sei di loro (mi manca uno dei due Secret Orkney, affinato in Madeira), e non potevo che cominciare da una distilleria che amo particolarmente: Ben Nevis.

351 bottiglie a grado pieno provenienti da una botte ex bourbon refill in cui il distillato del 2012 ha riposato per otto anni e nove mesi, per poi essere riversato in una botte ex sherry Palo Cortado first fill per altri tre mesi, fino a raggiungere i nove anni tondi di invecchiamento.

Note di degustazione

Al naso è una deliziosa sinfonia di fiori e frutta, molto profumata, di pesca matura, albicocca, melone, rosa canina, macaron, vaniglia, uvetta. C’è anche un abbraccio di brioche appena sfornate, con marmellata ai frutti di bosco. Una venatura acidula e vinosa rinfresca l’olfatto in lunghezza. Da perdersi nel bicchiere.
In bocca le note sherried si fanno più vivaci, con una netta componente di frutta secca (nocciola e pistacchio) accompagnata da albicocche secche, pesca, uvetta, cioccolato al peperoncino, liquirizia dolce. Dolci da forno. Tocchi limonosi e balsamici, con una buona salinità, accompagnano la bevuta.
Finale abbastanza lungo e secco di nocciola, vaniglia, mela cotta, liquirizia, limone, sale.

Difficile sbagliare con un Ben Nevis, ma il breve affinamento in sherry ha donato un ulteriore tocco di personalità che ben si accompagna al whisky. Un pasticcino da mangiarne a volontà.

Recensioni di whisky da Ben Nevis nel blog

Recensioni di whisky da Dràm Mòr nel blog

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: