fbpx
Dingle Irlanda Whisky dai 50 ai 100 euro

Dingle Single Malt

Recensione del primo single malt regolare della distilleria.

Provenienza: Kerry (Irlanda)
Tipologia: Irish Single Malt Whiskey
Gradazione: 46,3%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon ed ex sherry PX
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Dingle Distillery
Prezzo indicativo: € 55,00
Sito web ufficiale: dingledistillery.ie
Valutazione: 86/100

È dal 2012 che questa giovane distilleria artigianale nella deliziosa penisola di Dingle ha iniziato la propria marcia verso la costruzione di un portafoglio fisso di imbottigliamenti, iniziando con diversi batch divisi tra single pot still e single malt, cinque in tutto, che dal 2016 sono stati prodotti in due versioni, a gradazione ridotta e a grado pieno.
Se del single pot still sono già uscite tre edizioni, pochi giorni fa è stato lanciato il single malt ufficiale della distilleria, il primo a tiratura non limitata.

50.000 bottiglie, invecchiamento passato tra botti ex sherry Pedro Ximénez (61%) ed ex bourbon (39%) di primo riempimento, tripla distillazione, con whiskey di un’età compresa tra i sei e i sette anni, e la produzione che si prevede arrivi a raddoppiare in poco tempo.
Da notare che il distillato è “tagliato” a mano, con il mastro distillatore che si affida interamente alla propria esperienza per dividere testa, cuore e coda.
Citando proprio quest’ultimo, Graham Coull, “la qualità della botte è estremamente importante nella produzione del nostro Dingle Single Malt, ed è un punto chiave di differenziazione. Usiamo solo botti di primo riempimento per produrre un sapore più ricco, mentre le botti di sherry, con la loro dolcezza, aiutano a far passare rapidamente i sapori, fornendo un buon corpo al whiskey.”

Note di degustazione

Oro pieno nel bicchiere.
Al naso emana spezie del legno molto vivaci, con noce moscata e aghi di pino accompagnati da pera matura, banana, fichi secchi, mandorla, liquirizia e zest di limone. Zucchero di canna tostato e cioccolato fondente. Caldo e accogliente.
In bocca è abbastanza corposo, riprendendo con più convinzione le note sherried di frutta (uvetta, mela cotta, prugne secche), arancia candita, panpepato, noce moscata, liquirizia. Impressioni invernali e coccolose, con quel tocco di zenzero e limone che mantiene viva l’attenzione. In lunghezza, ruvidezza del cuoio e chicchi di caffè ricoperti al cioccolato.
Finale abbastanza lungo di zenzero, strudel di mele, cioccolato, cuoio.

Le botti spagnole la fanno da padrone ma senza eccessi, donando quella morbida ruvidezza che può apparire come un ossimoro ma che, quando il connubio tra sherry e bourbon viene gestito bene, diventa una solida realtà in whiskey come questo. Una bevuta piacevole e confortante, che promette maggiori sfumature negli anni a venire.

Recensioni di whiskey da Dingle nel blog:
Dingle Fourth Single Pot Still Release

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: