fbpx
Glenfiddich Scozia Speyside Whisky dai 200 euro in su

Glenfiddich 26yo Grande Couronne

Recensione del whisky affinato in botti ex cognac di Glenfiddich.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 43,8%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon, ex sherry ed ex cognac
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: William Grant & Sons
Prezzo: € 640,00 su Spirit Academy
Sito web ufficiale: www.glenfiddich.com
Valutazione: 86/100

Ed ecco il culmine della Grand Series di Glenfiddich, un whisky invecchiato 26 anni e presentato in una lussuosissima confezione, con filigrana d’oro, che grazie all’inserto ruotabile promette ore e ore di gran divertimento.
Ventiquattro anni passati tra botti americane ed europee per poi concludere con altri due di invecchiamento in botti ex cognac, un affinamento insolitamente lungo in questo genere di botti, presentato senza filtrazione a freddo o aggiunta di colorante, e finalmente a una gradazione, seppur di poco, superiore a quella minima.

Lanciato da pochi giorni sul mercato, è stato anticipato in una presentazione online (assieme agli altri componenti della Grand Series) dedicata a pochi intimi, tra cui il sottoscritto, sotto l’attenta supervisione di Giacomo Bombana, nuovo volto rassicurante per il distributore Velier.
Dato che in quell’occasione era presente anche un caro amico, Il Bevitore Raffinato, e vista l’eccezionalità di questa bottiglia, abbiamo pensato di presentarvi le nostre opinioni in contemporanea: potete leggere il pensiero di Giuseppe a questo link.
Entrambi scriviamo all’oscuro di quanto riportato dall’altro, quindi potreste trovare sensazioni e impressioni completamente diverse, una delle tante bellezze del whisky e di come instauri un rapporto del tutto personale con il vissuto di chi lo approccia.

Note di degustazione

Oro con venature ambrate nel bicchiere.
Elegante e carezzevole al naso, con legno levigato e miele caldo che anticipano frutta gialla matura (pesca, melone, pera, susina), impressioni floreali (giacinto e tiglio), pasta frolla, crema al limone e zucchero di canna. Una suadente nota di cera e propoli si insinua tra gli aromi, con una lieve vena acidula che rinfresca l’olfatto.
Una leggera nota di pepe e zenzero esordisce al palato, che si presenta con buona cremosità venata di tonalità amarotiche. Ancora frutta, in cui compaiono anche banana e prugna secca, radice di liquirizia, una punta di cioccolato fondente, scorza d’arancia candita, crema al limone e una patina di sale che resta in lunghezza e si sofferma sulle labbra.
Finale abbastanza lungo e caldo, sapido, di frutta gialla, spezie, miele, agrumi.

Whisky dall’eleganza tutt’altro che austera che sa coniugare noti dolci e aspre con grande equilibrio, un bilanciamento invidiabile che desta ammirazione pur senza grandi emozioni, frutto di un’eccellente professionalità che, però, non mi ha scaldato il cuore. Ribaltando un noto adagio, un potrei ma non voglio.

Recensioni di whisky di Glenfiddich nel blog:
Glenfiddich 12yo
Glenfiddich 18yo
Glenfiddich 21yo Gran Reserva
Glenfiddich 21yo Winter Storm Batch 2
Glenfiddich 23yo Grand Cru
Glenfiddich Fire & Cane
Glenfiddich IPA Experiment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: