fbpx
Glenfiddich Scozia Speyside Whisky da 0 a 50 euro

Glenfiddich Fire & Cane

Recensione del whisky torbato di Glenfiddich.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 43%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon ed ex rum
Filtrato a freddo:
Colorazione aggiuntiva:
Proprietà: William Grant & Sons
Prezzo: € 45,90 su Aquavitae
Sito web ufficiale: www.glenfiddich.com
Valutazione: 77/100

Il Malt Master di Glenfiddich, Brian Kinsman, nel 2016 ha dato sfogo al proprio estro nella serie Experimental, giocando con invecchiamenti e tipologie di malto diverse, con l’intento di stupire gli appassionati di un whisky noto per essere il classico dei classici.
Sono quattro gli imbottigliamenti di questa linea: IPA Experiment, Project XX, Winter Storm (di cui abbiamo già avuto modo di parlare) e l’odierno Fire & Cane.

Due sono le caratteristiche peculiari di questo imbottigliamento: l’affinamento per tre mesi in botti ex rum e, soprattutto, l’uso di malto torbato.
La torbatura è infatti molto rara per questa distilleria dello Speyside, il che rende il whisky un’ancor più curiosa variazione sul tema.
Se volete assaggiarlo prima di prendere una bottiglia intera, potete acquistare un campione di questo Glenfiddich su Whisky Sample, approfittando di uno sconto del 15% con il codice ART15 da inserire al momento dell’acquisto.

Note degustative

Al naso la torba è più evidente tenendo una certa distanza dal bicchiere, quando ci si avvicina è la frutta (ananas, cocco, mela verde, pera) a farsi più incisiva, con un sentore metallico sullo sfondo. Agrumi evidenti declinati in pompelmo e lime, mentre in lunghezza appare una nota amabile di vaniglia e glassa di zucchero, con le aspirazioni da barbecue che fanno da spettatrici. Un po’ disordinato ma tutto sommato gradevole.
Di corpo leggerino, esprime un netto profilo amarotico al palato, tra il rabarbaro e il chiodo arrugginito, con una accesa speziatura (pepe, zenzero, chiodi di garofano) che, assieme a toni cenerini, tende un po’ a coprire i sapori che faticano a emergere. Molto sapido, richiama olive in salamoia, caramello salato, un po’ di frutta gialla (mela, pera), miele, noce brasiliana.
Finale mediamente lungo e amarognolo, speziato, di zucchero di canna, posacenere usato, agrumi, noci.

Esperimento non molto riuscito, un whisky squilibrato che mostra elementi di interesse non espressi al pieno potenziale. Qualche grado in più avrebbe (forse) giovato, così resta una curiosità e poco altro.

Recensioni di whisky di Glenfiddich nel blog:
Glenfiddich 12yo
Glenfiddich 18yo
Glenfiddich 21yo Gran Reserva
Glenfiddich 21yo Winter Storm Batch 2
Glenfiddich 23yo Grand Cru
Glenfiddich 26yo Grande Couronne

Un’altra prospettiva:
Whisky Facile

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: