fbpx
Imbottigliatori indipendenti Morisco Spirits Scozia Speyside Strathmill Whisky dai 200 euro in su

Morisco Spirits Strathmill 26yo

Recensione di uno Strathmill da un nuovo imbottigliatore italiano.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 47,7%
Botte di invecchiamento: Ex bourbon hogshead
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Morisco Spirits
Prezzo: € 232,00 su Morisco Spirits
Sito web ufficiale: moriscospirits.com
Valutazione: 87/100

Terza distilleria della città di Keith, nella regione di Moray, Strathmill è di proprietà Diageo (a differenza delle altre due, Strathisla e Glen Keith, in mano a Pernod Ricard) ed è nata nel 1891 riconvertendo un mulino per il mais, quando produrre whisky era diventato decisamente più redditizio.
Il nome originale Glenisla-Glenlivet dura fino al 1895, quando i produttori di gin W. & A. Gilbey acquistano la distilleria e la battezzano con quello attuale.
I vari passaggi di mano, acquisizioni e fusioni l’hanno portata a entrare nel portafoglio del colosso multinazionale, con rari imbottigliamenti propri tra cui quello per la nota serie Flora & Fauna.

E arriviamo ad Andrea Morisco e alla sua passione per il whisky, che l’hanno portato ad aprire poco tempo fa un negozio online che ha il suo stesso nome: non uno shop generalista, ma una selezione attenta e amorevole di bottiglie di qualità, provenienti soprattutto da imbottigliatori indipendenti.
Ed era quindi naturale che, assieme al negozio, apparissero degli imbottigliamenti a nome Morisco Spirits, con una prima selezione di tre bottiglie dal profilo particolare e interessante.
Parto dall’invecchiamento più importante, questo Strathmill riversato in una botte ex bourbon nel 1994 e finito in bottiglia nel 2020 a grado pieno e senza trattamenti artificiali, scelto, con le parole dello stesso Andrea,“per la sua eleganza, mi ha ricordato molto lo stile Lowland e tutti questi aspetti di carta antica, rosa, camomilla… io li adoro!”
E allora proviamolo, approfittando della gentilezza di Andrea e del campione che mi ha fornito.

Note di degustazione

Oro chiaro nel bicchiere.
Al naso è subito molto floreale e primaverile, come un ruscello che scorre vicino a violette e rose, confortato da foglie di tè e miele. Non mancano i toni fruttati, di pesca, mango, albicocca e maracuja, con un gentile apporto di vaniglia, zest di limone e mandorle. Morbido ed elegante, sviluppa note cerose e, come ben detto da Andrea, da carta antica, come sfogliare un vecchio libro, con una suggestione di lavanda. Fresco e ricercato.
Più speziato di quanto l’olfatto facesse pensare, al palato si avverte una buona sferzata di pepe nero accompagnata da cannella su una gradazione alcolica ben bilanciata, con l’accentuarsi delle mandorle a discapito della frutta fresca. Agrumi (arancia e limone), accenno di miele e vaniglia, substrato erbaceo dalle aspirazioni amarotiche, con rabarbaro e corteccia che puliscono la bocca. Più severo che al naso, quasi arcigno.
Finale lungo e secco, di arancia amara, mandorle, pizzico di sale e spezie.

Fine e signorile, con un aspetto più amichevole all’olfatto che si tramuta in austero distacco al palato, come un galantuomo d’altri tempi che sa essere cordiale pur mantenendo le distanze. Ricco e complesso, richiede tempo e attenzione, che gli si dedicano ben volentieri.

Recensioni di whisky da Morisco Spirits nel blog:
Morisco Spirits Ardmore 11yo
Morisco Spirits Ben Nevis 8yo
Morisco Spirits Caol Ila 11yo
Morisco Spirits Bunnahabhain Staoisha 7yo
Morisco Spirits Fettercairn 16yo

Un’altra prospettiva:
Il Bevitore Raffinato

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: