fbpx
Caol Ila Golden Drops Imbottigliatori indipendenti Isola di Islay Scozia Whisky dai 50 ai 100 euro

Golden Drops Caol Ila 8yo

Recensione di un giovane Caol Ila imbottigliato dai danesi Golden Drops.
© Golden Drops

Provenienza: Islay (Scozia)
Tipologia: Single Cask Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 57,2%
Botte di invecchiamento: Ex bourbon hogshead, affinamento in ex-sherry oloroso first fill
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Golden Drops Denmark
Prezzo: € 87,50 sul loro shop
Sito web ufficiale: Goldendrops
Valutazione: 89/100

Facciamoci un bel viaggetto in Danimarca con un imbottigliamento realizzato da un negozio online, frutto di una botte “condivisa” di cui si potevano acquistare delle quote dal loro sito web.

Distillato del 2012 che ha riposato per sei anni in una botte ex bourbon hogshead, per venire poi riversato in una ex sherry oloroso dove è rimasto fino a novembre del 2020, esattamente per due anni.
287 bottiglie cask strength e al naturale.
Ringrazio Golden Drops per il gentile campione.

Note degustative

Giallo paglierino nel bicchiere.
Esplosione di torba al naso, molto spessa e intensa, dal profilo marino di alghe e aringhe affumicate con olive in salamoia e aceto di mele, una punta di acidità che nel tempo squarcia la coltre tostata per far emergere note di fragolina di bosco, mirtilli, limone, tabacco. La botte di sherry ha lavorato in punta di fioretto.
Al palato la musica cambia drasticamente, con un imbocco dolce e cremoso che trova nel fumo un contraltare perfetto, dove la marmellata di frutti di bosco viene passata al barbecue con abbondante pepe nero e chiodi di garofano, accompagnata da tonalità accese di arancia candita, cola, crema catalana. Irruento, esplosivo, spazza la bocca con tutta l’energia della gioventù e della gradazione, che pompa i sapori pur senza soverchiarli come una sorta di diavolo della Tasmania torbato. Tabacco e cuoio fanno da sfondo, con pennellate di liquirizia e spruzzi di mare.
Finale lungo e speziato, cenerino, con liquirizia, marmellata d’arancia, sale.

Un whisky difficile da arginare, che sembra voler quasi saltar fuori dal bicchiere tanto è energico e vitale. Per alcuni questo squilibrio è fastidioso, io lo trovo divertente e appassionante, anche perché ci ricorda che un dram non è sempre e solo meditazione ma a volte puro spasso.

Recensioni di whisky da Caol Ila nel blog

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: