fbpx
Highlands Scozia Wolfburn

Wolfburn Silent Night

Recensione dell'edizione natalizia del 2020 di Wolfburn.

Provenienza: Highlands (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 46%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon ed ex quarter cask
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Wolfburn Distillery
Prezzo indicativo: € 65,00
Sito web ufficiale: https://wolfburn.com
Valutazione: 68/100

Il Natale, si sa, è occasione per sentirsi più buoni, stare vicini ai propri cari (non più di sei), scambiarsi regali e far uscire edizioni speciali a tema.
E anche la distilleria più a nord di Scozia (isole escluse) non ha mancato di partecipare al rito nel 2020, con un imbottigliamento che prende a prestito una delle più note canzoni natalizie al mondo, con parte del testo in etichetta: il marketing, praticamente, si è fatto da solo!

Invecchiamento non dichiarato (ma probabilmente giovane visto quanto lo è la distilleria), frutto dell’unione di whisky in botti ex bourbon e quarter cask che hanno contenuto whisky di Islay (proviamo a indovinare di chi?), ci si aspetta quindi la presenza di torbatura probabilmente non molto accentuata.
Prendo del vischio e mi preparo a baciare il bicchiere…

Note di degustazione

Giallo paglierino nel bicchiere.
Giovane è giovane, all’olfatto si presenta con erba appena tagliata assieme a un pizzico di lavanda, tanto cereale, miele, buccia di limone. Su tutto, soffia dell’aria di mare, con sale e iodio che colmano le narici. Frizzantino.
Banana e mandorle entrano al palato, con una spruzzata di peperoncino, accompagnate ancora da molto cereale (biscotto), miele, chinotto, nocciole e una netta tonalità amarognola, molto pronunciata, che risuona lungo tutta la bevuta punteggiata da spruzzi salini. E la torba? Un’apparizione quasi eterea che fa da sfondo sulla lunghezza
Finale mediamente lungo, cenerino e sapido, di limone, nocciola, cereali.

Un whisky che pecca di gioventù, disordinato, squilibrato, con quella venatura amarognola che scombina i sapori che pur avrebbero avuto un qualche interesse. Peccato.

Recensioni di whisky da Wolfburn nel blog:
Wolfburn Langskip
Wolfburn Morven

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: