fbpx
Knockdhu Scozia Speyside

anCnoc 12yo

Recensione del malto base di Knockdhu, l'anCnoc 12 anni.

Provenienza: Speyside (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 40%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon ed ex sherry
Filtrato a freddo:
Colorazione aggiuntiva:
Proprietà: Inver House Distillers limited
Prezzo: € 39,00 su WhiskyShop
Sito web ufficiale: ancnoc.com
Valutazione: 77/100

Ed ecco una nuova etichetta per il blog, una di quelle non molto considerate dai più che, proprio per questo, ha attirato la mia attenzione.
La distilleria che la produce, Knockdhu, viene fondata nel 1893 ai piedi della collina di Knock, godendo della vicinanza non solo delle fonti d’acqua ma anche della ferrovia e di una zona molto ricca per la produzione dell’orzo.
Chiusa nel 1931, riapre dopo la guerra per poi rimettere i sigilli nel 1983. Acquisita da Inver House nel 1988, la produzione riparte l’anno successivo e non si è più fermata.
È del 1994 la decisione di chiamare il proprio whisky anCnoc ( “la collina”), per evitare confusione con quello prodotto da Knockando.

Come a volte capita con le distillerie che hanno dimora nello Speyside (tipo Macallan), anCnoc si fregia di titolo di whisky delle Highlands, volendone incarnare lo spirito e gli aromi.
Il dodici anni è il malto base del loro portafoglio, e ne esiste anche una versione al 43%.

Il naso viene accarezzato da aromi delicati e floreali, accompagnati da marzapane, miele e scorza di limone. Molto fresco e armonioso, piuttosto semplice ma gradevole.
Il palato riflette quanto trovato all’olfatto, con pesca matura, miele, limone, noce moscata e un pizzico di sale. Senza sbavature, senza guizzi, fresco e compatto.
Il finale non è molto lungo, di frutta e noce moscata, e molto salino.

Trovandosi a bere distillati prodotti dall’eccellenza, a volte ci si scorda di quelli che vengono chiamati daily dram: whisky poco complessi ma ben strutturati, solidi, che non offrono esperienze totalizzanti ma si fanno semplicemente “bere”.
Un’alternativa comunque economica a tanta monnezza che si trova sugli scaffali di molti bar.

Gli altri imbottigliamenti nel blog:
anCnoc 18yo
anCnoc 24yo
anCnoc Peatheart

3 commenti

  1. Sono spessissimo d’accordo con quello che Lei scrive…ma qui no davvero…77 punti per un whisky seminale poi a questo prezzo…una gioia…un fantastico inizio per tutti coloro i quali vogliono iniziare a godere di questi liquidi sublimi…con affetto un suo lettore …il Conte

    1. Be’, lieto che ci siano differenze di vedute, sarebbe gravissimo non fosse così! Il whisky è prima di tutto emozione, tra le più personali che ci siano.

  2. Condivido e so quanto sia soggettivo, ci mancherebbe, un saluto apprezzo moltissimo quello che Lei fa…era un invito al riassaggio grazie davvero a risentirci.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: