Isola di Islay Laphroaig Scozia

Laphroaig Brodir

Recensione del Laphroaig finito in porto ruby.

Provenienza: Islay (Scozia)
Tipologia: Single Malt Scotch Whisky
Gradazione: 48%
Botti di invecchiamento: Ex bourbon ed ex porto ruby
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: Suntory
Prezzo: € 105,00 su Enoteca Costantini
Sito web ufficiale: https://www.laphroaig.com
Valutazione: 90/100

Il whisky “fratello” (il significato del nome Brodir) di Laphroaig era originariamente nato come imbottigliamento speciale per una linea di ferry scandinava nel 2012 (Batch 1), passando poi a edizione limitata per gli shop degli aeroporti nel 2014 (Batch2) dove è infine rimasto, perdendo in seguito la numerazione progressiva dei lotti.
La fratellanza è appunto quella con i paesi nordici, anche se celebrarla con la finitura in un vino portoghese mi pare un filino fuori tema.

Nessuna indicazione in etichetta a proposito di filtrazione a freddo o colorazione, visti i precedenti per gradazioni simili do per buono non ci siano.

Rame nel bicchiere.
Plastica bruciata e nocciole tostate al naso, un bell’esordio per chi ama i torbati, con un profilo pieno compensato dall’apporto di tonalità più accomodanti di albicocche secche, pesche, ananas, caramello, succo d’arancia, liquirizia, cannella e chiodi di garofano. Nel tempo perde molto della fumosità, mantenendo un tono di base acre che ben si accompagna a quello più dolce, cui si aggiungono cioccolato fondente e un tocco di caffè.
Ed è proprio il caffè a farsi strada alle prime sorsate, accompagnato da evocazioni boscose di aghi di pino e resina, con ciocchi di legno a bruciare nel fuoco. Molto pastoso e pieno, a momenti unisce zucchero e cioccolato in una sorta di Pocket Coffee torbato, variegato da frutta a guscio (noci, pinoli, pistacchi) e secca (prugne) con tocchi di arancia candita, liquirizia, tamarindo. Echi di oceano sullo sfondo.
Finale lungo di legno bruciato, sale, chiodi di garofano, cioccolato, prugne secche, arancia.

Un Laphroaig inatteso, che si spoglia dei suoi abiti comuni per indossare un profilo diverso eppure riconoscibile, ricco e incisivo che soddisfa e diverte sapendo bilanciare l’influsso del porto che dona profondità piacevoli. Assolutamente da provare.

Gli altri imbottigliamenti nel blog:
Laphroaig 10yo
Laphroaig 10yo Cask Strength Batch 004
Laphroaig 10yo Cask Strength Batch 011
Laphroaig 10yo Cask Strength Batch 012
Laphroaig 15yo (anni ’90)
Laphroaig 18yo
Laphroaig Càirdeas Fino Cask Finish 2018
Laphroaig Càirdeas Triple Wood 2019
Laphroaig Lore
Laphroaig PX Cask Triple Matured
Laphroaig Quarter Cask
Laphroaig The 1815 The Legacy Edition
Laphroaig Triple Wood

Le recensioni degli altri:
The Whiskey Jug (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: