McCormick Distilling Company USA

Platte Valley 100% Straight Corn Whiskey

Recensione di un whiskey di mais 100%.

Provenienza: Missouri (USA)
Tipologia: Corn Whiskey
Gradazione: 40%
Botti di invecchiamento: Vergini americane
Filtrato a freddo: No
Colorazione aggiuntiva: No
Proprietà: McCormick Distilling Company
Prezzo: € 33,00 su Whisky Italy
Sito web ufficiale: https://mccormickdistilling.com/
Valutazione: 72/100

La McCormick Distilling Company nasce nel 1856 per volontà di Michael McCormick sotto il nome di Mick Distillery a Weston, nel Missouri, e risulta essere la più antica della zona.
Sopravvissuta al proibizionismo, la distilleria diviene nota soprattutto per la produzione soprattutto di vodka, salvo chiudere i battenti nel 1984.
Ma la richiesta di bourbon è cresciuta negli anni, e così col nuovo millennio l’attività riparte, dividendo le proprie operazioni tra distillazione e importazione, con un portafoglio di marchi che vanno dalla vodka al gin alla tequila e, ovviamente, al whiskey.

Tra i marchi proprietari c’è appunto Platte Valley, whiskey di mais prodotto sia in versione moonshine (senza alcun invecchiamento, come si usava nelle distillerie clandestine che operavano di notte col favore della luna) che invecchiata come questa, che ha passato tre anni in botti di rovere americano.
Ringrazio Giorgia di Compagnia dei Caraibi per la gentile bottiglia.

Oro nel bicchiere.
Le pannocchie al burro, di quelle che si comprano alle sagre, sono le prime a salutare il naso, in un olfatto complessivamente dolce ma meno di quanto ci si potrebbe aspettare, con una componente acidula di fondo da sidro che stempera le tonalità di vaniglia, caramello, marshmellow, caramelle gommose alla mela. Leggera puntura alcolica. Semplice e diretto, molto rustico.
Al palato scorre leggero e oleoso con una moderata speziatura di chiodi di garofano su un tripudio di mais e banane, caramello e una lieve acidità di fondo. Gli aromi sono poco persistenti e fuggevoli, lasciando nel finale la nota alcolica e speziata a permanere per un tempo piuttosto breve, assieme a un vago sentore amarognolo.

Giovane, troppo, e con poco carattere, più adatto forse alla miscelazione in cui potrebbe dare una certa soddisfazione visto il prezzo economico e la bottiglia in ceramica old style. Bevendolo liscio resta alquanto dimenticabile.

Le recensioni degli altri:
The Whiskey Jug (inglese)
Friendly Whiskey (inglese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: